Novese: l’amministratore Retucci mette le mani avanti. “Se retrocessi, chiederemo il ripescaggio”
adv-590

NOVI LIGURE – E’ arrivata la controrisposta dell’amministratore unico della Novese Raffaele Retucci al comunicato del sindaco di Novi Rocchino Muliere che smentiva di essere a capo di cordate interessate ma, al contempo, sottolineava il fatto di essere stato contattato da persone che hanno a cuore le sorti della società biancoceleste, assicurando il suo impegno e quello di tutta l’Amministrazione comunale per una soluzione positiva.

“Prendo atto della risposta del primo cittadino al comunicato ufficiale diramato nella giornata di giovedì 21 in riferimento all’ eventuale cessione della società, è apprezza la precisazione dello stesso, che ha contribuito a fare chiarezza su tante voci, che più volte, e da personaggi diversi, ci vengono riportati” ha scritto Retucci “Non ho mai dubitato che il sindaco potesse destabilizzare la serenità della squadra, perché nei suoi confronti nutro profonda stima e rispetto per l’incarico di grande responsabilità che svolge nella città di Novi Ligure, così come è in piena sintonia con lo stesso, che dopo 12 sconfitte consecutive, cosa abbastanza rara nel calcio, si possa rimanere sereni, ma insieme a tutti gli altri amici che rappresentano la società biancoceleste, fa di tutto per raggiungere la permanenza nella categoria e di mantenere i conti della società in perfetto ordine.”

Raffaele Retucci ha poi anticipato che, in caso di retrocessione, si“farà di tutto per farsi trovare pronto ad un eventuale ripescaggio, cosa già avvenuto per qualche società del nostro girone nella scorsa annata.”