Novese in caduta libera: Fiamme Gialle in sede, salta il passaggio di proprietà, squadra pronta a lasciare

NOVI LIGURE – E’ stato un martedì complicato quello della Novese. La società biancoceleste ha infatti ricevuto la visita dei finanzieri: la Guardia di Finanza di Novi Ligure ha prelevato una serie di documenti nell’ambito di una indagine sulla quale vige però il più stretto riserbo. Nel mirino delle fiamme gialle le due sedi della società, in piazza Dellepiane e allo stadio Comunale. 

E a proposito del terreno del Girardengo il campo non potrà essere più utilizzato dalla prima squadra, a causa dei debiti col Comune. Le porte della struttura si apriranno solo il giovedì per la partitella e il sabato in occasione della rifinitura. La squadra si allenerà quindi sui campi di San Marziano. Insomma, non certo un bello “spot” per la società che in teoria stava per passare di mano. Solo in teoria però: ” Anche martedì ho visto tante situazioni non chiare” ha detto a Radio Gold Morris Pagniello, lo sponsor che aveva sovvenzionato le nuove sistemazioni dei giocatori sfrattati, oltre ad aver pagato le trasferte a Voghera e in Liguria. “Non posso permettermi di entrare in una società così. E tutto questo vale anche per il mio referente arabo. Lo avevo portato a Novi a dare un’occhiata allo stadio ma questa dirigenti, che non si sono mai presentati, non mi convincono, anche se sembravano intenzionati a venire.”

Questa situazione già complicata potrebbe indurre la squadra, ormai lasciata allo sbando, a ritirarsi e a non disputare più alcuna partita. Già nella giornata di questo mercoledì si potrà sapere qualcosa di più. 

adv-123