Novese: la gestione della prima squadra affidata al responsabile del settore giovanile

AGGIORNAMENTO ORE 10.25: il responsabile del settore giovanile della Novese, Daniele Artioli ha voluto replicare alla ex dirigente della società biancoceleste Emanuela Giacomello: “L’attività del settore giovanile dura 9 mesi, e quindi se si moltiplicano gli 800 euro per 9 mesi in tutto farebbe 7200 euro e non 10 mila. Ricordo anche che il Torneo Pernigotti non è stato organizzato lo scorso settembre proprio perché questi soldi non sono stati messi a disposizione. I fatti parlano chiaro. E infine voglio precisare che gli unici soldi dati agli addetti alle pulizie e alla lavanderia sono arrivati dal settore giovanile. Se questo eventuale accordo c’è invito infine la signora Giacomello a tirarlo fuori, ma che sia scritto nero su bianco. Perché altrimenti uno può dire quello che vuole.” 

NOVI LIGURE – L’attuale responsabile del settore giovanile della Novese, Daniele Artioli, ha acquisito la responsabilità tecnica e organizzativa della prima squadra biancoceleste. Lo ha certificato ieri un altro comunicato dell’amministratore unico Raffaele Retucci. I giocatori della prima squadra sono stati convocati per oggi alle 16.30 al campo di San Marziano ma, come già anticipato qualche giorno fa, quasi certamente pochissimi risponderanno presente. Anche perchè il comunicato di settimana scorsa era stato esplicito: chi vorrà restare dovrà farlo a sue spese perchè, seguendo il contratto, ai giocatori non sarà garantito vitto e allogio. Ad affrontare le ultime sei gare della serie D sarà quindi la formazione Juniores, compresi i giovani novesi che erano spesso aggregati alla prima squadra come Ravera, Bisio e Pagano. In questo caso a sedersi in panchina sarà proprio il mister del settore giovanile, Adriano Artioli. 

“Vogliamo mantenere tutti gli impegni presi” ha detto a Radio Gold Daniele Artioli “dalla prima squadra al settore giovanile. Da giugno in poi, quando la stagione sarà finita, mi prenderò una pausa. L’esperienza di quest’anno infatti è stata molto probante, sportivamente ed economicamente. Oltre a tutto quello che è successo con la prima squadra, non so ancora che fine abbiano fatto, ad esempio, i 10 mila euro donati lo scorso aprile 2015 dal Cavalier Pernigotti per la realizzazione del torneo Pernigotti sul settore giovanile, un’iniziativa che nonostante tutto spero di riuscire a organizzare anche quest’anno.”

La ex dirigente della Novese, Emanuela Giacomello, intervistata su questo ultimo punto ha precisato che innanzitutto la cifra è stata versata quasi 12 mesi fa sul conto corrente della società: “Con Artioli, visto che lo scorso settembre non si era riusciti a organizzare il torneo, l’accordo preso era che sarebbe stata la società e non più lui a farsi carico degli 800 euro mensili per le pulizie e la lavanderia riguardanti il vivaio, da agosto scorso in poi.”

Francesco Conti