La vecchia proprietà della Novese risponde alla nuova: “Noi parte lesa, abbiamo lasciato i conti in ordine”

NOVI LIGURE – Emanuela Giacomello, Renato Traverso e Marco Taverna, ancora proprietari del 20% delle quote societarie della Novese, non ci stanno e rispondono per le rime all’attuale proprietà della società biancoceleste. I tre erano stati accusati dall’amministratore unico Raffaele Retucci, ora dimissionario, di avere “procurato il disastro economico della Novese negli ultimi cinque anni.”

adv-467

In una nota stampa i tre hanno “respinto con fermezza queste gravi ed inveritiere affermazioni. Tali affermazioni, dai profili inveritieri e diffamatori, verranno approfonditi nelle opportune sedi giudiziarie, peraltro già adite.”
I rappresentanti della vecchia proprietà hanno poi precisato di aver ceduto, a costo zero, una società dai conti in ordine, poi gestita dai nuovi proprietari per molti mesi ancora con risorse e garanzie, prestate anche con fideiussioni personali, messe a disposizione dalla vecchia gestione. Inoltre, si sottolinea che l’attuale maggioranza, presentatasi ostentando solidità finanziarie e progetti ambiziosi, non ha mai rispettato gli accordi pattuiti e sottoscritti rendendosi gravemente inadempiente ai patti di cessione stipulati. Oltre alla Usd Novese srl, Giacomello Emanuela, Traverso Renato e Taverna Marco sono gli unici soggetti lesi della vicenda e non accettano lezioni di etica da chi si è reso responsabile di tale dissesto.”

adv-376