adv-597

Sono tre punti fondamentali quelli che l’Alessandria spera di incassare questo pomeriggio, nel confronto casalingo controla Giacomense. Ancorauna volta i grigi sono attesi da un esame decisivo per misurare la capacità di lottare per grandi traguardi. Cammaroto e compagni dovranno dimostrare al pubblico del Moccagatta di saper gestire la pressione del dover “vincere a ogni costo”, indispensabile per ambire ai playoff. Il premio promozione fissato dal presidente, Luca Di Masi, infatti, ha certificato nero su bianco quello che già era stato subito esplicitato, a parole, nel giorno dell’insediamento. L’Alessandria dovrà immediatamente smaltire le scorie psicologiche della debacle di San Giusto Canavese, di fronte a una platea che difficilmente perdonerà ulteriori passaggi a vuoto. Anche la tifoseria, infatti, ha voluto mettere le cose in chiaro. Durante l’allenamento di rifinitura di questo sabato, un gruppo di supporters ha chiesto e ottenuto un confronto con la squadra e il mister, interrompendo la seduta di lavoro. Si tratta del secondo faccia a faccia tra squadra e tifosi, dopo il colloquio di questo giovedì. In questo clima non certo idilliaco,la Giacomensenon è certo l’avversario ideale. La truppa di mister Rossi arriverà con la testa sgombra, consapevole di non aver niente da perdere e che toccherà ai grigi gestire la manovra. I romagnoli sperano di colpire in ripartenza e di replicare la vittoria dello scorso anno quando, a Portomaggiore, riuscirono ad avere ragione dei mandrogni. Il ruolino di marcia di Varricchio e compagni evidenzia tre sconfitte nelle ultime tre trasferte, tutti ko contro formazioni contro di vertice come Forlì Pro Patria e Bassano. Dall’altra parte i giocatori alessandrini dovranno sfoderare una prestazione tutta cuore e grinta. Fondamentale anche una maggior freddezza sotto porta, visto che il gol manca da ben tre gare. Mister Cusatis non potrà contare su Fanucchi, alle prese con un ginocchio dolorante dopo il match contro il Valle d’Aosta. Gli osservati speciali, in attacco, saranno Degano e Ferretti, incappati in una fase di preoccupante involuzione. Torneranno a disposizione, a centrocampo, Menassi e Mora, assenti quattro giorni fa.

Questa la probabile formazione dei grigi: Servili; Gambarettii-Cammaroto-Barbagli-Boron; Roselli-Menassi-Mora; Degano; Rossi-Ferretti.