Immagine Grigi: Brighenti e Kabine per l’attacco. E con Artico le strade si dividono [VIDEO]
adv-670

AGGIORNAMENTO VENERDI’ 14

Andrea Brighenti e Mehdi Kabine (foto). Questo il probabile futuro reparto offensivo titolare dell’Alessandria calcio. Due prime scelte, quindi, come annunciato questo giovedì in conferenza stampa dal presidente Luca Di Masi. Sul centravanti del Renate, l’Alessandria fiaccherà la resistenza della società nerazzurra. Il Renate vorrebbe che si scatenasse un’asta, ma i grigi possono contare sulla ferma volontà del giocatore di vestirsi di grigio, a meno di clamorose offerte da categorie superiori. Riguardo alla punta marocchina del Carpi, Kabine, sarà inevitabile attendere la prossima settimana, visto che domenica la formazione biancorossa deve disputare la finale di ritorno dei playoff della Prima Divisione contro il Lecce. Dopo il match d’andata è il Carpi che prevale, grazie proprio alla quarta rete stagionale di Kabine. Sempre a proposito dell’attacco sfumano le possibilità per Riccardo Taddei. L’ex trequartista del Casale avrebbe accettato volentieri un ritorno in provincia ma sul suo possibile approdo è emersa più di una perplessità da parte del mister. Taddei, infatti, sarebbe stato considerato poco funzionale rispetto al modulo di riferimento del prossimo anno, il 3-5-2.

adv-177

adv-725

AGGIORNAMENTO ORE 18

Il Cuneo Calcio ha comunicato tramite una nota stampa che Fabio Artico sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica, a partire dal prossimo 1 luglio.

NOTIZIA

Alex Sirri, Gabriele Cavalli, Francesco Ferrini. Questi, per ora, i tre nuovi acquisti dell’Alessandria, ufficializzati dal presidente Luca Di Masi. Vestiranno la maglia fino a giugno 2015. Sirri, difensore ex Giacomense classe 1991, definito dalla dirigenza “elemento di sicuro avvenire, se saprà usare la testa in rapporto a come è bravo in campo”. Cavalli è stato “uno dei registi più contesi del mercato, si sente già la maglia grigia addosso, ancora prima di arrivare.” E infine l’esterno sinistro Ferrini, classe 1985, ex Pavia, già sei stagioni in Prima Divisione, con due anni di esperienza anche in serie B col Cesena, “in grado” ha sottolineato il direttore sportivo Massimiliano Menegatti-“di giocare anche da mezzala“. “Una squadra con gli attributi, sulla carta quasi completa”. In dirittura di arrivo, infatti, ci sono due elementi di prima scelta per l’attacco, più una “vera e propria sorpresa” ha sottolineato il presidente Di Masi. Del progetto tecnico dell’Alessandria, però, non farà più parte l’ex capitano Fabio Artico. “Gli abbiamo offerto un ruolo di primo piano nel settore giovanile ma non erano questi i suoi piani. Cercava forse ruoli diversi, che magari potrà ricoprire in altre piazze. Lo ringrazio per quanto ha fatto per noi, chissà che non ci incontreremo di nuovo in futuro. ” ha chiosato Luca Di Masi.

“Le eventuali mancate uscite di coloro che, nonostante il contratto fino al 2014, non fanno parte del nostro progetto tecnico, non influiranno sulle entrate” – ha poi voluto precisare il patron mandrogno. Tra chi ha le valigie in mano, Mora è colui che ha ricevuto più richieste. Di Masi ha poi fatto il punto, reparto per reparto, sul nuovo organico, dove “nessuno avrà il posto da titolare assicurato”. In porta un altro estremo difensore affiancherà Servili, al suo ultimo anno in grigio. Menegatti ha confermato l’interesse per Poluzzi, della Giacomense, ma “ci sono in ballo altri due nomi”. Addio a Marco Pavanello, che tornerà al Chievo. Tra i difensori non ci sarà Barbagli, in scadenza di contratto nel 2013. La società ha fatto un’offerta al giocatore per prolungare l’accordo, ma per il momento l’ex Arezzo si sta guardando intorno. Resteranno capitan Cammaroto, Pappaianni e Viviani. Oltre a Sirri ci sono ancora due caselle vuote, al centro e sul centro-sinistra, che saranno riempite a breve. “Ma non da Mauro Belotti, più propenso a giocare in Prima Divisione” hanno precisato i dirigenti. All’occorrenza, comunque, Mazzuoli, potrebbe scalare nel reparto arretrato. Insieme ai volti nuovi Cavalli e Ferrini, a centrocampo faranno parte dell’Alessandria del futuro anche Romano, Filiciotto, Caciagli, Tanaglia. In attacco, infine, è stato rescisso l’accordo con Bertocchi mentre un calciatore giovane e di prospettiva potrebbe aggiungersi ai tre grossi calibri. Potrebbe essere Modini, del settore giovanile. Sfumata l’ipotesi Luigi Grassi, che anche il presidente Di Masi, ha ammesso essere ricercato dalla Salernitana. 

Infine il nuovo sponsor tecnico sarà Acerbis, azienda fondata ad Albino nel 1973, con un fatturato di 60 milioni l’anno. Già fornitrice di alcune formazioni come l’AlbinoLeffe, della spagnola Elche (neopromossa nella Liga) e di alcune case motoristiche come la Ducati. E’ stato stipulato un accordo quadriennale. Ancora bocce cucite sulla nuova maglia. Mancano ancora alcuni particolari da definire. Sulla seconda tenuta da gioco resterà il colore rosso ma non solo. Le nuove divise, comunque, saranno indossate da tutti i tesserati dell’Alessandria, dalla prima squadra a tutto il settore giovanile.