adv-308

AGGIORNAMENTO ORE 17.30  Non è un ultimatum ma quasi. Il presidente dell’Alessandria Calcio, Luca Di Masi, ha tenuto a rapporto squadra e staff tecnico, due giorni dopo la deludente prestazione di domenica, contro il Renate. Il confronto è durato circa 70 minuti e, mentre Cavalli e compagni hanno iniziato l’allenamento agli ordini del vice allenatore Ceramicola, Di Masi ha parlato per un’altra mezz’ora con il mister Egidio Notaristefano e il direttore sportivo Massimiliano Menegatti. “Domenica pomeriggio contro il Forlì mi aspetto una risposta vincente e convincente. Sono tutti sotto esame, anche il mister Notaristefano, al meglio delle loro potenzialità” ha detto il patron mandrogno ai microfoni di Radio Gold News “Non possiamo fare brutte figure come è successo a Meda. Non si può definire una partita storta. Domenica è come se non fossimo neanche partiti, ho visto troppi giocatori sotto tono, senza testa.” All’uscita dagli spogliatoi giocatori e staff tecnico hanno mostrato volti molto contratti. “E’ stato un bel confronto, i ragazzi hanno ascoltato con attenzione e rispondendo in modo corretto. La risposta però deve arrivare domenica sul campo” ha aggiunto Di Masi. Il patron mandrogno, quindi, pretenderà una prestazione “da grigi” e non vuole sentire parlare di mercato. “Nuovi innesti? No, siamo convinti che la squadra vada bene così. Si parla della crisi delle punte ma occorre che le punte migliorino in allenamento, va loro insegnato come si fa” ha sottolineato Di Masi “Senza un attaccante di riferimento come Ferrari tutti hanno le potenzialità di segnare, però serve il cuore, quello che domenica è mancato. Sottolineo comunque che il gruppo è coeso. Ripartiremo tutti insieme da domenica.”  E’ proprio il riferimento agli attaccanti e a quello che dovrebbe essere loro “insegnato” che certifica il fatto che anche dal punto di vista della guida tecnica ci sarebbe qualche perplessità nella proprietà. Emblematico il colloquio a quattr’occhi di un’altra mezz’ora tra Di Masi e il mister, alla presenza del ds Menegatti ma senza la squadra. Il match di domenica contro il Forlì, quindi, sarà senza dubbio uno spartiacque decisivo per la stagione mandrogna. Se qualcosa andrà storto e se l’Alessandria non si dimostrerà all’altezza del suo blasone, ripetendo la prestazione di Meda, la sensazione è che il numero uno grigio prenderà subito provvedimenti.

Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'

NOTIZIA

adv-788

Dichiarazioni sull’Alessandria che hanno fatto rumore quelle esplicitate dal mister dei grigi Egidio Notaristefano e dal presidente Luca Di Masi. Se l’allenatore ha sottolineato che l’Alessandria vista a Meda, domenica, è stata la peggiore della stagione, qualche ora dopo anche il numero uno mandrogno ha rincarato la dose. Nel suo commento affidato a Facebook Di Masi ha dichiarato di “non aver visto la propria squadra in campo” e “un gioco sotto ritmo e senza idee”. Questo martedì alla ripresa degli allenamenti nel centro sportivo Michelin, Di Masi terrà a rapporto squadra e staff tecnico per fare il punto sulle ultime battute a vuoto, soprattutto dal punto di vista della pericolosità sotto porta, occorrerà invertire subito la tendenza già dalla prossima partita contro il Forlì: “L’Alessandria non vincerà mai una partita solo perchè ha un passato glorioso” ha aggiunto Di Masi “ma perchè tutti i componenti della rosa, atleti e staff, lavorano e sudano per far sì che i Grigi abbiano un presente degno e pieno di soddisfazioni per i nostri tifosi che non meritano di vedere altre partite come quella di questa domenica”

Chi, anche senza confronti e ramanzine, già è conscio di dover dare di più è la punta Luigi Scotto, intervenuto proprio a Gold Sport Lunedì: “non è stata una prestazione esaltante, le parole del mister e del presidente sono forti ma servono a dare la scossa alla squadra” ha detto Luigi Scotto “Domenica l’aggressività del Renate non ci ha fatto giocare come sappiamo. Le critiche del mister su noi punte? In settimana l’avevamo preparata diversamente. Con Rantier da esterni dovevamo essere più decisivi, Da parte mia non è stata una prestazione esaltante, in quel ruolo, vuol dire che c’è già la rabbia giusta per domenica.” Lo scorso anno Scotto rese al meglio con la maglia del Savona, ma “giocavo in coppia con Virdis proprio intorno alla prima punta: anche l’esterno, comunque, è un ruolo che posso coprire. Ci rifaremo, ma serve un bagno di umiltà. Il presidente ha ragione “ha concluso Scotto “è una grande persona dobbiamo dare di più.”

Intanto è stato fissato per questo mercoledì l’intervento chirurgico all’Ospedale Civile di Alessandria per capitan Ferrini. Al centrocampista sarà ridotta la frattura allo zigomo sinistro, rimediata nella rifinitura di sabato. 

adv-272

Il presidente dei grigi Di Masi striglia squadra e staff tecnico: 'da domenica tutti sotto esame'