Grigi: Spighi crede nella rimonta ed e’ pronto a restare ancora in grigio. ‘Nel mio futuro Alessandria e’ la priorita”

E’ uno degli attori protagonisti della riscossa grigia. Anche nella vittoria di questa domenica contro il Castiglione, il centrocampista dell’Alessandria, Mirco Spighi non ha fatto mancare la sua vivacità in attacco. Costante spina nel fianco per i difensori mantovani, Spighi ha creato non pochi grattacapi agli avversari, dimostrando ancora una volta la sua duttilità. Da mezzala destra, infatti, l’ex Rimini non ha mostrato alcun calo di rendimento quando è tornato ad agire sulla fascia, esterno in un centrocampo a cinque, per fare spazio al nuovo arrivato, Davide Baiocco. Intervistato nell’ultima puntata di Gold Sport Lunedì, Spighi ha esordito dichiarando la sua massima fiducia nell’ambiente grigio. A meno di chiamate dai “piani alti del mondo del pallone”, l’Alessandria è una priorità assoluta. “Il mio contratto scade a giugno, vedremo se riusciamo a trovare l’accordo per rinnovare e, in tal caso, sarei proprio contento. Nutro grande fiducia in questa società. Il progetto è importante. Sono contento di aver fatto questa scelta. A gennaio il mio procuratore comunque ha lavorato sul mio futuro, in caso di una eventuale chiamata dalla serie B non potrei dire di no. Però ora la mia priorità è Alessandria, considerate anche le ambizioni del nostro presidente che non ha mai nascosto il desiderio di arrivare quanto prima tra i cadetti. Quelli di domenica sono stati tre punti fondamentali, anche se non abbiamo fatto una grandissima partita. Potevamo pareggiare ma abbiamo vinto. Abbiamo giocato un po’ sotto tono, senza esprimere magari un gioco eccelso ma era fondamentale vincere. Ora vedo una squadra più solida e cattiva, ci mancava qualcosa. Quel qualcosa che è emerso con l’arrivo di Baiocco, una sua parola è sempre apprezzata. E’ una grande persona, che fa valere la sua esperienza. Il futuro? Siamo una squadra da primi posti, ma non dobbiamo sederci su queste vittorie. Non bisogna buttare più via i punti. Aver vinto fuori casa ci ha dato lo stimolo per continuare. Dobbiamo continuare così e, con un po’ di fortuna, possiamo farcela, Bassano e Santarcangelo non sono irraggiungibili.” 

adv-996