Alle 21.05 la replica di Gold Sport Lunedì con Filippo Tanaglia

AGGIORNAMENTO: sarà il centrocampista Filippo Tanaglia l’ospite di Gold Sport Lunedì, l’approfondimento di questa sera dedicato ai grigi. Appuntamento alle 18.05 di questa sera. Per intervenire in diretta potete chiamare lo 0131/221887.

NOTIZIA: Terzo pareggio stagionale per 0-0 rimediato dall’Alessandria, in Seconda Divisione. I grigi non sono andati oltre il risultato ad occhiali contro il Rimini, nell’ultima giornata della seconda divisione. Un punto in più in classifica, quindi, che ha visto scivolare i grigi fino al settimo posto, dietro a Monza, Renate e Real Vicenza. Gara piuttosto soporifera, ravvivata soprattutto nel finale del primo tempo con ben tre occasioni capitate al Rimini in pochi minuti a Spinosa, Nigro e Fall, sventate da un super Poluzzi. Grigi condizionati anche dall’assenza in difesa di Ferrani, alle prese con un ginocchio dolorante, dal rientro solo in extremis di un influenzato Mora e dalle squalifiche di Marconi e Baiocco. “Il pareggio credo sia giusto” ha detto alla fine mister D’Angelo, ex di questa partita festeggiato dai tifosi locali con una targa celebrativa. “E’ stata una partita equilibrata, anche nelle occasioni. Noi eravamo partiti un po’ meglio nel primo quarto d’ora poi il Rimini, soprattutto nel finale della prima frazione, è stato pericoloso in un paio di circostanze. Nel secondo tempo la partita è stata ancora più in equilibrio. Non ci siamo accontentati del pari, però il Rimini ha esercitato una forte pressione. Il campo non permetteva ai nostri portatori di palla di giocare perché era gibboso e perché i biancorossi sono stati bravi ad accorciare sempre a centrocampo. Giocare con lanci lunghi non ti permette di essere incisivo e ai nostri attaccanti infatti non sono arrivate molte palle giocabili, ma mi pare che Scotti abbia fatto un paio di parate decisive. La partita di oggi era importante perché era uno scontro diretto e siamo riusciti a tenere il Rimini dietro. Ogni domenica le partite diventano fondamentali visto che mancano dieci giornate al termine del campionato. Sono contento dell’accoglienza che ho avuto, ma adesso io sono completamente calato nella realtà piemontese e spero, tra magari quindici anni, di tornare in Alessandria ed essere accolto nella stessa maniera. Significherebbe aver fatto qualcosa di importante”.

Foto di Francesco Barilaro

Dai le pagelle ai grigi (clicca qui)