Alessandria, mister Longo: “Battuta un’ottima Albinoleffe. Al ritorno vietato gestire”

GORGONZOLA – Grazie a un grande secondo tempo al “Città di Gorgonzola” l’Alessandria Calcio batte 2-1 l’Albinoleffe e fa sua la gara d’andata della semifinale play-off. A decidere l’incontro le reti nella ripresa di Arrighini e Giorno, mentre Giorgione tiene vivo il sogno della rimonta per i bergamaschi. Ai microfoni dell’ufficio stampa dell’Alessandria mister Moreno Longo non ha nascosto la soddisfazione per la prestazione dei suoi giocatori: “Abbiamo ottenuto la vittoria dopo un’ottima prestazione su un campo difficile e un’avversaria ostica, che concede poco ed è abile nelle ripartenze. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi per aver interpretato bene questo incontro”.

L’unica “macchia” è il gol di Giorgione, che ha accorciato le distanze fissando il punteggio sul 2-1: “Dopo il doppio vantaggio potevamo e dovevamo essere aggressivi come siamo stati per il resto dell’incontro. Abbiamo subìto gol in una delle poche occasioni concesse all’Albinoleffe. La sfida resta aperta, questo era solo il “primo tempo”. Ora dobbiamo recuperare energie mentali e fisiche per il ritorno di mercoledì: servirà il coltello fra i denti”. “Nel primo tempo la gara è stata più bloccata – ha proseguito l’ex allenatore del Torino – ma i ragazzi sono stati bravi a capire che non sempre si riesce a imporre il gioco. Hanno avuto pazienza e nel secondo tempo sono usciti molto bene da questa difficoltà.”.

Per Moreno Longo non c’è errore più grande del pensare di aver già ipotecato la qualificazione alla finale: “Saremmo stupidi a pensare questo. Ogni gara è una storia a sé, tutto si azzera. In più loro recupereranno il loro capocannoniere Manconi, che sa essere devastante in campo aperto. Dobbiamo avere il massimo rispetto per questa Albinoleffe, che ha grande qualità e organizzazione, e giocarci il passaggio del turno con lo stesso spirito del secondo tempo dell’andata, senza cali di tensione”.

Diffidati, Parodi e Giorno sono stati ammoniti e quindi salteranno la sfida di mercoledì sera al “Moccagatta”: “L’ammonizione per Giorno, che per esultare con i tifosi si è arrampicato sulla recinzione, è sacrosanta secondo il regolamento, ma mi dispiace perché quest’ultimo toglie il piacere di festeggiare con i propri supporters. L’infortunio di Chiarello? Ha avuto un fastidio muscolare, dovremo attendere gli accertamenti per sapere se potrà scendere in campo mercoledì”.

Il segreto per il passaggio del turno? “Stiamo bene, anche dal punto di vista fisico. Dovremo fare il possibile per mantenere questa condizione, curando ogni dettaglio: è questo a fare la differenza quando ci sono tante partite ravvicinate“, ha concluso Moreno Longo.