Di Masi festeggia i 104 anni dei grigi: “Sabato una maglia celebrativa. L’imperativo è vincere sempre” 
adv-495

ALESSANDRIA – Un compleanno è sempre l’occasione per fare il punto sul passato e sul futuro. Così è anche per l’Alessandria Calcio che ieri ha spento le sue 104 candeline. Ai microfoni di Radio Gold, però, il presidente dei grigi Luca Di Masi ha innanzitutto voluto soffermarsi sul presente: “C’è ancora molto da fare e molto è stato fatto dal mio arrivo, ma ora l’imperativo è vincere ogni partita da qua alla fine. Tutte le partite da qui alla fine saranno big match, il primo è quello contro il Pro Piacenza. Per celebrare questo anniversario la squadra indosserà una maglia speciale, dedicata ai 104 anni, non voglio svelare troppo, sarà una sorpresa! E ai nostri tifosi vogliamo fare un bel regalo: i tre punti. Mi auguro tanto pubblico al Moccagatta ma, a prescindere dalla quantità, i tifosi sono sempre caldi. Anche a Bergamo hanno sempre cantato sotto la pioggia, li abbiamo sentiti vicini.”

A proposito della trasferta di Coppa Italia contro il Milan del prossimo 1 marzo, il numero uno grigio si è detto ottimista sulla possibilità che la società rossonera conceda la possibilità di acquistare il biglietto anche ai tifosi non tesserati tramite l’iniziativa “Porta un amico allo stadio”: “Non vedo nessun problema. Non so ancora se sarà adottato l’1+1 o 1+2, la modalità che personalmente ritengo sarebbe più opportuna. Dal Milan è arrivata un’apertura in questo senso, anche dalle due Questure. E tra tifosi non ci sono mai stati problemi, i nostri supporters si sono sempre comportati in maniera esemplare. Per ora sono state sottoscritte dalle 6 alle 7 mila supporter card. La sensazione è che, come minimo, da Alessandria si muoveranno 15 mila persone.”

Infine un auspicio, pensando al 105^ compleanno, tra 365 giorni: “Tra un anno immagino l’Alessandria in serie B, mi piacerebbe. E’ l’obiettivo che tutti dobbiamo avere in testa. Ci proveremo già quest’anno. L’importante è avere la consapevolezza di aver fatto il possibile per fare tornare l’orgoglio di tifare Alessandria, di riempire al Moccagatta e di vestirsi di grigio. L’augurio è quello di migliorarsi di anno in anno. Ho una voglia immensa di portare avanti questo mio lavoro, una passione che avrò ancora per tanto tempo.”