adv-812

ALESSANDRIA – Una vera e propria corsa contro il tempo per Luciano Randazzo, il pugile della Boxe Valenza risultato positivo al covid 19. Dopo una prima iniziale brutta notizia rispetto all’annullamento della sua partecipazione alla sfida del 13 novembre per il titolo italiano ieri è poi arrivato un piacevole colpo di scena: “Per l’incontro con Kaba c’è ancora una speranza” ha sottolineato Randazzo a Radio Gold “il manager mi ha assicurato che, ad oggi, c’è ancora un po’ di margine di tempo. Ovviamente continuerò ad allenarmi a casa, come ho sempre fatto anche in questi giorni di quarantena. Decisivo, a questo punto, sarà il tampone che Randazzo potrà fare all’inizio della prossima settimana. In caso di negatività, infatti, le porte per il ring di Mantova sarebbero ancora aperte. E chissà che la possibilità introdotta ieri dalla Regione Piemonte del cosiddetto tampone rapido, già prenotabile nelle farmacie o anche nei laboratori privati (come ha rimarcato ieri il presidente del Piemonte Alberto Cirio) e col risultato in 15 minuti, non possa rappresentare una possibile occasione per accelerare i tempi.