BRIGNANO FRASCATA – Dopo il tutto esaurito registrato lo scorso 5 maggio per la prima al Teatro Civico di Tortona, torna in scena la Madama Butterfly diretta dal Maestro Umberto Battegazzore. Sull’eco del progetto “I Borghi della Musica” che ha già reso protagonisti San Sebastiano Curone e Garbagna in due splendide serate di musica, sabato 21 luglio il pubblico potrà assistere ad un evento unico ed esclusivo, collaterale al progetto.  L’antico castello di Brignano Frascata, infatti, sarà il teatro d’eccezione che ospiterà la famosa opera di Giacomo Puccini, interpretata dai solisti e dai cantanti del Coro della Civica Accademia Lorenzo Perosi.

La serata, patrocinata dal Comune di Brignano Frascata, segna il ritorno della lirica a Tortona e nelle sue Valli che, per la prima volta, diventano location per un evento di grande rilievo e completamente gratuito.

E’ proprio questo lo spirito dell’organizzazione, in collaborazione con il Perosi Festival, che porta la musica fuori dai circuiti tradizionali dell’arte per promuovere e rivitalizzare il territorio.

L’opera in tre atti, già apprezzata dal pubblico tortonese, vedrà nel ruolo della protagonista Tomoko Okabe, soprano residente a Tortona e tra le voci più note del momento. Anche gli altri personaggi principali saranno interpretati da affermati cantanti come Pierfrancesco Bollani (Pinkerton), Marco Alampi (Sharpless), Sara Bonini (Suzuki), Valerio Perna (Goro), diretti e accompagnati dal pianoforte del Maestro tortonese Umberto Battegazzore.

Un’occasione unica anche per ammirare il Castello che, grazie alla disponibilità del proprietario, è stato messo a disposizione per la serata. Adagiato sul colle, domina la Val Curone al centro di un parco di conifere di 5 ettari di estensione. L’interno, che conserva in parte la struttura antica, è generalmente visitabile solo attraverso visite guidate.

L’inizio dello spettacolo è alle 21.00, ma lo staff consiglia di raggiungere Brignano con un congruo anticipo per assicurarsi un posto a sedere e agevolare gli organizzatori nelle operazioni di accoglienza. Ricordiamo, infatti, che l’evento è ad ingresso libero e gratuito e non è quindi possibile prenotare o riservare posti.