Il 15 settembre i “Geni in fuga” dell’Orchestra Giovanile Paganini a Rivalta Scrivia

RIVALTA SCRIVIA Dopo il primo concerto del Perosi Festival presso il Museo diocesano, mercoledì 15 settembre i “Geni in fuga” dell’Orchestra Giovanile Regionale Paganini, ottetto di giovani talenti diretto dal maestro Vittorio Marchese, suoneranno all’interno dell’Abbazia di Rivalta Scrivia. Filo conduttore del concerto, al via dalle 21, sarà “la fuga”, intesa come la forma musicale in cui la capacità del compositore si divide tra tecnica matematica e creatività artistica. È basata, infatti sull’imitazione, sotto forma di canone, di un tema che, dopo essere stato esposto da un primo strumento, viene ripetuto in sovrapposizione da tutti gli altri, intrecciato ed elaborato nei modi più disparati. Nasce prima del ‘600 e ha messo alla prova il talento della maggior parte dei compositori della storia.

Durante il concerto del 15 settembre sarà possibile assistere all’approccio alla fuga di tre grandi rappresentanti di altrettanti periodi storici. Johann Sebastian Bach nel Barocco, Wolfang Amadeus Mozart nel Classicismo e Felix Mendelssohn nel pieno Romanticismo. Tre compositori, ma soprattutto tre geni.

L’ingresso è gratuito ma è necessaria la prenotazione al numero 0131/816609 in orario mattutino o via mail all’indirizzo [email protected].  È disponibile anche la prenotazione on line di tutti gli eventi sul sito www.lorenzoperosi.net.

Per maggiori informazioni: 393/9403564

adv-167

I concerti, realizzati grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, della Fondazione CR Torino, della Fondazione CR Alessandria, della Fondazione CR Tortona e di vari sponsor, si svolgeranno in sicurezza e nel rispetto di tutte le misure vigenti per il contrasto alla diffusione del Covid-19.