La nuova stagione di spettacoli al Teatro Civico di Tortona

AGGIORNAMENTO – Novità nel cartellone del Teatro Civico di Tortona. Lo spettacolo “Il silenzio grande” previsto per il 16 aprile 2023, recupero della scorsa stagione, è stato definitivamente annullato dalla produzione. Al suo posto è stato inserito, il 28 febbraio, lo spettacolo “Mine Vaganti” scritto e diretto dal celebre regista Ferzan Ozpetek e con un cast d’eccezione composto da Francesco Pannofino, Iaia Forte, Erasmo Genzini, Carmine Recano e Simona Marchini, una commedia ispirata all’omonimo film vincitore di due premi “David di Donatello”.

 

TORTONA – Prende il via il 6 novembre la nuova stagione di spettacoli al Teatro Civico di Tortona. Un cartellone con nove appuntamenti e due fuori abbonamento: il tradizionale spettacolo pomeridiano di Natale per famiglie il 22 dicembre “Bentornato Babbo Natale” e, il 15 marzo, Alice che canta Battiato.

adv-468

Si inizia il 6 novembre con “Servo di scena” di Ronald Harwood, con Geppy Gleijeses, Maurizio Micheli e Lucia Poli, diretti da Guglielmo Ferro. “Abbiamo deciso di aprire la stagione non con un classico, ma con un testo che parla di una compagnia che, negli anni ’40 in Inghilterra, si interroga sul significato di fare teatro”, ha spiegato Negrin, quindi con una riflessione quanto mai attuale.

Il classico ci sarà subito dopo, il 17 novembre, e sarà “Otello”, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, ma “con un tratto particolare, perché la storia è improntata molto sulla presenza femminile”. Andrea Baracco infatti dirige un cast interamente femminile dove Federica Fracassi interpreterà Yago e ogni sera deciderà i ruoli delle altre attrici (Lucia Lavia, Emilia Scarpati Fanetti, Valentina Acca, Ilaria Genatiempo, Viola Marietti e Federica Fresco).

Domenica 27 novembre, compreso nella rassegna diffusa di danza #Wespeakdance, la prima regionale di Ballade, il primo dei due appuntamenti di danza contemporanea previsti nel cartellone.

Il secondo episodio di danza, il 22 marzo, sarà “Bayadere. Il regno delle ombre”, prodotto dal Nuovo Balletto di Toscana. PdV promuove a livello regionale la danza valorizzando l’importante tradizione di Torino in questo campo, confermata dal prestigioso festival Torinodanza. Partendo da questo patrimonio, ha spiegato Negrin, “per questo triennio ci siamo posti il compito di diffondere nella regione questo linguaggio teatrale, che sta vivendo un momento di euforia a livello europeo”.

La stagione ha un volto molto femminile e, dopo l’Otello recitato da sole attrici, anche “Smarrimento”, il 17 dicembre, è uno spettacolo nato dall’incontro tra due donne che si interrogano su quesiti esistenziali: l’autrice Lucia Calamaro e l’attrice Lucia Mascino.

Il 18 gennaio “Tango Macondo” con il grande trombettista Paolo Fresu e Ugo Dighero conferma l’attitudine multidisciplinare di PdV e del Civico di Tortona, mentre il volto femminile del cartellone si ripresenta il 28 gennaio con “La signora del martedì” con Giuliana de Sio in un noir di Massimo Carlotto, che indaga una vicenda di amore a pagamento a parti invertite.

Il 10 febbraio un classico dei classici: “Supplici” con Francesca Ciocchetti, Matilde Facheris, Maria Pilar Pérez Aspa, Arianna Scommegna, Giorgia Senesi, Sandra Zoccolan, Debora Zuin dirette da Serena Sinigaglia. Il testo di Euripide, che parla di una vicenda di guerra in cui si cerca di dare decorosa sepoltura ai morti, è oggi di un’attualità evidente. Si recupera infine il 16 aprile “Il silenzio grande” di Maurizio De Giovanni con Massimiliano Gallo, Stefania Rocca, Paola Senatore, Pina Giarmanà, Jacopo Sorbini e la regia di Alessandro Gassman, inserito nella precedente stagione e poi rimandato.

Ma il teatro non è solo un cartellone di spettacoli, perché esistono tutta una serie di attività e di iniziative che lo abitano, come Assoli, la prestigiosa stagione di teatro di figura dell’associazione Peppino Sarina, con sei spettacoli di compagnie di rilievo nazionale e i laboratori di Natale Panaro. Tra le novità di quest’anno, oltre ai nuovi linguaggi esplorati, come la danza e il teatro delle ombre, anche un’anteprima il 7 gennaio con la compagnia Acqualta di Venezia, che farà animazione per le vie della città. Assoli si aprirà poi domenica 8 gennaio con la tradizionale Befana in baracca.

Presentata anche la rassegna Teatro Scuola, sempre organizzata da PdV con la Compagnia Coltelleria Einstein di Donata Boggio Sola e Giorgio Boccassi, che prevede itinerari di teatro per le nuove generazioni dalla scuola dell’infanzia a quella secondaria di 2^ grado.

Nell’ambito della partecipazione della comunità alla vita del teatro rientrano le iniziative del progetto “Invito a Teatro” dei giovani del Collettivo Esplorativo, come il corso di recitazione e l’introduzione agli spettacoli con contributi social in video. E poi, oltre ai corsi teatrali volti alla conoscenza e all’espressione di sé, il collaboratore artistico Andrea de Onestis ha aggiunto al ventaglio di proposte volte ad abitare il Civico anche la collaborazione con il mondo del counseling, con tre incontri gratuiti dedicati a chi vi vorrà partecipare.

Le prevendite per gli abbonamenti partono presso la biglietteria del Teatro nella settimana da martedì 11 a sabato 15 ottobre per i vecchi abbonati e, da martedì 18 ottobre, on line e per i nuovi abbonati. Dal 1° novembre sarà possibile acquistare i biglietti singoli sempre on line o presso la biglietteria.

La vendita on line è sul sito www.vivaticket.it.