RADIOGOLD – Il 13 maggio si tornerà a correre la StrAlessandria. La corsa solidale quest’anno partirà e arriverà in piazza della Libertà e, come sempre, aiuterà a sostenere importanti progetti. Come lo scorso anno, una parte dei proventi della vendita delle magliette verrà destinata alla ristrutturazione della scuola di Mitava, in Mozambico, che una volta ultimata verrà dedicata a Jean Franco Formiga, alunno dell’IIS Saluzzo Plana e volontario di ICS, deceduto due anni fa. La scuola era stata costruita grazie ai proventi della StrAlessandria 2004 e 2005, e oggi è frequentata da 680 alunni. L’obiettivo è riuscire a ristrutturare anche i servizi igienici, per educare gli studenti all’igiene personale.

Ics Ets, l’Istituto per la cooperazione e lo sviluppo di Alessandria, anima della StrAlessandria, anche quest’anno ha poi legato la corsa solidale a un progetto per la città. “Questa terra è la tua terra” coinvolge le scuole di Alessandria e gli Istituti penitenziari Cantiello e Gaeta e li unisce in un percorso di sostenibilità ambientale. Alle scuole di Alessandria sarà data la possibilità di far curare le aree verdi o i piccoli giardini da una squadra d’intervento antidegrado. In questo modo, le scuole potranno svolgere anche delle attività collaterali, ma il mantenimento del verde sarà garantito da detenuti, appositamente formati, in permesso esterno retribuito.

Da anni, ha ricordato il vicepresidente di Ics Ets, Giovanni Mercurio, l’Istituto per la cooperazione e lo sviluppo di Alessandria porta avanti importanti progetti all’interno delle carceri alessandrine e anche “Questa terra è la mia terra” si muove nell’ottica di fornire ai detenuti “competenze e mezzi per potersi riscattare e guadagnarsi una vita all’insegna della legalità e della giustizia”.

La trasmissione “Aspettando la StrAlessandria” è realizzata in collaborazione con For.al, formazione di eccellenza nelle sedi di Alessandria, Casale, Novi Ligure e Valenza

adv-217