ALESSANDRIA – I commercianti alessandrini sono scesi in piazza quest’oggi, giovedì 28 maggio 2o20, per chiedere di essere ascoltati dalle istituzioni. Una vera e propria richiesta d’aiuto causata da una grave crisi che ha colpito tutto il settore (a cui si unisce quello della ristorazione e del turismo) bloccato da oltre due mesi di lockdown per contrastare il diffondersi del Covid-19. Una delegazione è stata in seguito accolta in Prefettura dove si è tenuto un tavolo di confronto “decisamente positivo“, spiega Piero Pippo de Il Paldadino che ha partecipato all’incontro.

Ecco che oggi è previsto un tavolo tecnico anche con la Questura e le Istituzioni per provare a trovare una strada maestra da seguire e uscire il prima possibile dalla crisi. “Il coronavirus ha peggiorato una situazione già difficile in precedenza. Ci sono tanti colleghi che non apriranno più. Noi non vogliamo questo per Alessandria. Vogliamo un’Alessandria che si metta a gridare forte e si sappia rialzare per il bene di tutti“, ha spiegato Piero Pippo

adv-34