ALESSANDRIA – Intervistato da Radio Gold, l’assessore regionale alla Difesa del Suolo e alla Protezione civile Marco Gabusi ha rimarcato gli interventi della Regione Piemonte per la sicurezza del nostro territorio. Rispetto alla sollecitazione del sindaco di Alessandria Abonante sulla sicurezza della città, alla luce dell’aggiornamento del piano di bacino diramato da Aipo che indica il rischio in caso di piena contemporanea di Tanaro e Bormida (“servono oltre 20 milioni di euro per alzare le difese spondali, soprattutto per il fiume Bormidaaveva detto il primo cittadino lo scorso 4 novembre, ndr) l’esponente della Giunta Cirio ha sottolineato che, nell’ambito del Dipartimento Casa Italia, saranno stanziati oltre 2 milioni di euro per gli interventi più urgenti e importanti sugli argini alessandrini. “Nel frattempo ci siamo già attivati con Aipo per reperire risorse regionali” ha aggiunto Gabusi “siamo consapevoli che Alessandria, terza città in Piemonte per numero di abitanti, vada messa in sicurezza. Siamo molto attenti da questo punto di vista, anche per il passato che la città ha avuto”.

“Il secondo ponte sul fiume Bormida” ha inoltre precisato Gabusi “è un’opera strategica importante, la progettazione sta andando avanti. Il 2023 dovrà essere l’anno in cui si concluderà l’iter autorizzativo e si potrà partire col bando di gara”. Anche sui finanziamenti dei lotti sul rio Lovassina, infine, Gabusi ha sottolineato che “la Regione ha già fatto la sua parte con 14 milioni di euro. Ora il programma ReNDis nazionale è stato aggiornato e crediamo che i lotti successivi possano essere finanziati nell’ambito di quel programma”. 

adv-737