ALESSANDRIA – Il Consiglio Comunale di Alessandria con 18 voti favorevoli, 8 contrari e un astenuto ha approvato il piano di riequilibro di bilancio. La città dovrà spalmare 75 milioni in 20 anni con tagli contestati dall’opposizione e la maggioranza che punta il dito sulle precedenti gestioni. Il provvedimento non bloccherà la città, ha garantito il sindaco Gianfranco Cuttica di Alessandria convinto che Alessandria possa riformarsi. I tagli colpiranno i trasporti, il decoro urbano e l’illuminazione pubblica.

adv-563