PROVINCIA DI ALESSANDRIA – C’è forte preoccupazione tra i sindacati del settore metalmeccanico di Cgil, Cisl e Uil. Non solo l’ex Ilva di Novi Ligure ma anche altre realtà della provincia sono da tempo in sofferenza e gli ammortizzatori sociali “non bastano più”. L’Alessandrino, hanno spiegato Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, viene spesso tratteggiato come la provincia della logistica ma “non può vivere” senza una “produzione primaria” come quella metalmeccanica. Le aziende del settore, però, sono ancora in forte difficoltà e secondo i sindacati sarebbero tra 300 e i 400 i lavoratori della provincia oggi complessivamente “a rischio”.

adv-310