I cinque alimenti autunnali che ci permetteranno di affrontare al meglio questa stagione

RADIOGOLD – Secondo Albert Camus l’autunno è come “una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore“. Dopo i colori vivi dell’estate questa stagione che ci accompagna verso l’inverno ci fa scoprire un mondo in continuo cambiamento. I boschi passano in rassegna i colori caldi del rosso e del giallo, la rugiada si fa sempre più persistente imperlando i campi e il cielo, soprattutto all’alba e al tramonto, dipinge quadri destinati a durare pochi istanti. L’autunno è un mese di forti cambiamenti, climatici e paesaggistici. Anche per questo bisogna alimentarsi bene, trovando quei cibi che ci possano aiutare a fare un pieno di benessere. In questo senso potete consultare il libro La mia cucina con le verdure autunnali e invernali. Ediz. illustrata che vi racconta tutti i trucchi di una cucina genuina e assolutamente di stagione. Tornando però a noi ecco quali sono i cibi autunnali che non possono mancare in tavola per un pieno di benessere ed energia.

IL CACO

Il caco è un alimento molto salutare e tipico dell’autunno. Se lo si mangia al mattino, a stomaco vuoto, aiuta l’intestino a ritrovare la sua regolarità grazie alle fibre di cui il frutto è ricchissimo. Il caco è ricco di vitamine, betacarotene e sali minerali come il potassio, il fosforo e il magnesio. Questo frutto, inoltre, protegge e depura il fegato, uno degli organi più delicati del nostro corpo.

IL MELOGRANO

Il melograno è uno dei più importanti antiossidanti esistenti in natura. Questo grazie ai tannini e alle antocianine presenti in gran quantità. Potete mangiare questo frutto anche spremendolo e facendo uscire il succo dai chicchi che compongono il frutto. Piccolo consiglio: se il colore è brillante, questo significa che è maggiormente ricco di antiossidanti.

LA ZUCCA

Arriviamo alla regina degli ortaggi autunnali: parliamo della zucca. Alimento gustoso e dolce, si presta per diverse pietanze, dagli antipasti sino al dolce. Questa pianta, oltre che in cucina, viene adoperata anche in ambito erboristico, fitoterapico e cosmetico. Anche semi e fiori sono edibili. Questo ortaggio ha un apporto calorico di appena 18 Kcal per 100 grammi di prodotto. I carboidrati ammontano al 3,5%, mentre le proteine, pochissime, ne costituiscono solo l’1,1%. La zucca è inoltre una miniera di caroteni e vitamina A oltre, ma anche di minerali come fosforo, ferro, magnesio e potassio.

I FUNGHI

L’autunno è anche la stagione dei funghi. Porcini, champignon, cardoncelli, gallinacci, chiodini. Ce ne sono davvero di ogni forma e per tutti i gusti. Fermo restando che per raccogliere i funghi bisogna essere veramente degli esperti (il consiglio è quello di recarsi comunque all’Asl), questi alimenti sono anche molto salutari. Sono ricchi di vitamine, hanno un alto valore nutritivo dato dal contenuto di aminoacidi essenziali e alcune sostanze minerali. Promuovono la crescita e la produzione di globuli rossi e controllano il colesterolo nel sangue.

LE CASTAGNE

Infine le castagne. Queste sono ricche di amido, fibre, potassio e vitamine. I loro zuccheri complessi inoltre sono più digeribili di quelli dei cereali e hanno inoltre importanti proprietà energetiche, lassative, antisettiche e aiutano il sistema circolatorio. Inoltre, data la loro quantità di ferro e acido folico, le castagne sono particolarmente consigliate agli anemici.

Photo by Prachi Palwe on Unsplash