Inquinamento
adv-536

ALESSANDRIA – Non è una novità ma fa sempre male vederlo certificato. Il nuovo rapporto Mal’aria di Legambiente conferma l’insalubrità dell’aria di Alessandria. Il report annuale sancisce che nel 2019 le cinque città con il maggior numero di sforamenti di Pm10 sono state Torino (86), Milano (72), Rovigo (69), Frosinone e Venezia. Alessandria si piazza subito dietro, al sesto posto, con 66 giorni di superamento.

Una analisi più estesa nel tempo, dal 2020 al 2019, è ancora più dolorosa per il capoluogo di provincia. Nei 10 anni di campagna di Legambiente “PM10 ti tengo d’occhio” su 67 città che almeno una volta sono entrate nella speciale classifica, il 28% di queste ha superato i limiti giornalieri di PM10 tutti gli anni, 10 volte su 10. Torino è stata la realtà con il numero più alto di superamenti, collezionando in totale 1086 giorni di inquinamento in città mentre Frosinone, che nei dieci anni appena trascorsi è stata sul podio ben 7 volte, è la sola altra città ad aver sfondato il muro dei 1.000 giorni di inquinamento. Alessandria si colloca al terzo posto con i suoi 896 giorni di sforamenti nel decennio, peggio di Milano (890), Vicenza (846 giorni) e Asti (836).

Nel 2020 la situazione aggiornata di sforamenti di polveri fini è la seguente:

Classifica PM10 ti tengo d’occhio, aggiornata al 21 gennaio 2020

Dati pm10 Legambiente 2010-2019

adv-680