Come scaricare e ottenere il Green Pass di avvenuta vaccinazione e immunità
adv-416

ROMA – Il nuovo Decreto, in discussione in queste ore e plausibilmente già in vigore da lunedì, potrebbe identificare in Italia il Green Pass come condizione necessaria per spostarsi, andare al ristorante e partecipare a eventi. I cosiddetti (all’italiana) certificati verdi sono documenti individuali che certificano una delle condizioni richieste in Italia e in Europa per circolare liberamente durante la pandemia di Covid: l’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare nelle 48 ore precedenti, l’avvenuta vaccinazione nei nove mesi precedenti, la guarigione dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

In Italia ottenere e scaricare il Green Pass si rivelerà un’operazione semplice e immediata: arriverà infatti un Sms o una mail con il codice authcode per scaricarlo da dgc.gov.it o dall’app Immuni o si trova direttamente nell’app IO. A causa del grande traffico, tuttavia, capiterà che si possano incontrare difficoltà. Al momento, in Italia, il documento cartaceo che certifica l’avvenuta vaccinazione viene accettato come Green Pass.

La problematica più comune è quella della mancata ricezione del codice per problemi di comunicazione fra gli enti coinvolti. Se non si ha l’app IO o la carta di identità elettronica per l’app Cie, bisognerà chiamare il 1500 attivo 24 ore su 24 o mandare una mail a [email protected] inserendo il proprio codice fiscale e data del vaccino. Se invece la persona è guarita dal Covid o è stata vaccinata prima dell’entrata in vigore del Green Pass si può contattare il proprio medico curante o la struttura curante se si è stati ricoverati per recuperare il codice. Chi invece si ammala dopo aver già ricevuto la prima dose di vaccino può avere il Green pass di guarigione valido sei mesi se poi completerà il ciclo vaccinale ne avrà uno della validità di nove mesi. Questo è quanto recitano i protocolli in vigore.