Fabbrica Sostenibile: passaggio del testimone da Roquette ad Euromac, leader dell’edizione 2022
adv-867

CASSANO SPINOLA – Alla fine di Fabbrica Sostenibile, l’evento andato in scena questa mattina alla azienda Roquette Italia di Cassano Spinola e trasmesso su Radio Gold Tv, il direttore dello stabilimento Daniele Dalla Pria ha passato “il testimone”, un bonsai, a Maurizio Miglietta, presidente e amministratore delegato di Euromac Costruzioni Meccaniche di Villanova. Sarà l’azienda monferrina la leader della prossima edizione, nel 2022. 

“La transizione ecologica è un passaggio ineludibile – ha spiegato Laura Coppo introducendo “La Fabbrica Sostenibile 2021” il 14 settembre – per il quale ogni impresa di ogni dimensione deve prepararsi, organizzarsi e strutturarsi. Ed è un cambio di paradigma che sta modificando radicalmente la domanda di beni di largo consumo. Sono convinta che il cambiamento in atto innoverà le aziende: nelle nostre imprese la sostenibilità è un driver di sviluppo che sta cambiando i prodotti e sta riorientando i processi produttivi. Le trasformazioni dettate dalla lotta al cambiamento climatico, infatti, non sono solo un rischio ma anche una opportunità, e lo testimoniano le aziende che hanno adottato obiettivi di sostenibilità, e che attraverso questo approccio virtuoso, che guarda al futuro del pianeta e della società, raggiungono traguardi sempre più competitivi. Alle imprese sostenibili ribadisco il nostro impegno ad essere al loro fianco, ed in particolare a quelle di piccole e medie dimensioni che affrontano questo nuovo passo”.

“La Fabbrica Sostenibile” è il programma di Confindustria Alessandria che mette a confronto le imprese per la condivisione di esperienze aziendali sul tema della sostenibilità, e attraverso il quale le aziende alessandrine si trasmettono ogni anno l’impegno a testimoniare le azioni per ridurre l’impronta ambientale, per migliorare le condizioni della comunità locale di riferimento e per favorire lo sviluppo del territorio.

adv-784

“Questa iniziativa è stata avviata ed è cresciuta mentre avevo l’onore di guidare gli industriali alessandrini – ha detto Maurizio Miglietta, Presidente e Ad di Euromac e Past President di Confindustria Alessandria, ricevendo il testimone di Fabbrica Sostenibile 2022 – Prendere il bonsai oggi per me vuol dire proseguire un impegno. Come imprenditore metalmeccanico di una impresa familiare raccolgo il bonsai per testimoniare convintamente che la sostenibilità è realizzabile nelle imprese di ogni settore e dimensione. L’intento è di richiamare su questo palco sempre più imprese e imprese sempre più piccole, e che le azioni sostenibili delle aziende coinvolgano sempre più il territorio di prossimità”.

All’evento di quest’anno è intervenuto Daniele Dalla Pria, Direttore dello stabilimento Roquette, specializzato nella trasformazione del mais. Nella sua relazione “La sostenibilità nasce da un chicco di mais. Innovazione, approvvigionamento, bioraffinazione, azione“, Dalla Pria ha illustrato le strategie e gli obiettivi di sostenibilità di Roquette, che a partire dagli ingredienti coinvolgono il ciclo produttivo e l’ambiente interno ed esterno. A seguire, l’intervento di Catia Bastioli, Amministratore Delegato di Novamont, impresa specializzata nel settore delle bioplastiche.

Sul ruolo della ricerca e delle imprese per la sostenibilità del territorio si sono confrontati i Professori Enrico Boccaleri ed Enrico Ferrero dell’Università del Piemonte Orientale, che hanno presentato le nuove lauree “green” ed hanno posto l’accento su didattica, ricerca e collaborazione con le imprese sui temi della sostenibilità. Sul fronte imprenditoriale è intervenuto Marco Piccolo, Coordinatore del tavolo sulla sostenibilità delle Associazioni di Confindustria Piemonte, volto a diffondere l’importanza della sostenibilità presso le imprese e a supportarle verso la transizione ecologica. Anche Catia Bastioli, Ad Novamont, ha dialogato alla tavola rotonda coordinata da Fabrizio Laddago, Direttore di Radio Gold.

Protagoniste della buone pratiche d’impresa sono state Eltek Group di Casale Monferrato, PPG di Quattordio e Smurfit Kappa Italia di Novi Ligure.

Eltek Group: specializzato nella ricerca e produzione di componenti meccatronici per diversi settori. “In Eltek – ha spiegato Alessandro Rollè, Responsabile Automotive – il cambio di mentalità aziendale, la ricerca, il riorientamento delle produzioni verso il segmento “green” e l’impegno per la Zero Carbon Strategy ci consentono di dire che l’adesione agli obiettivi di sostenibilità ha portato risultati positivi”.

PPG: specializzata nel comparto delle vernici in particolare per l’automotive. “La sostenibilità sviluppata nei nostri processi aziendali è fortemente orientata al mercato dell’automobile in forte evoluzione – ha affermato Paolo Quaglia, Technical Manager Decorative Coatings – e PPG anticipa il futuro dei sistemi di verniciatura”. Lo stabilimento di Quattordio, inoltre, si è aggiudicato numerosi premi Sustainability Award: “Il nostro impegno per lo sviluppo sostenibile – ha detto Silvia Ceratto, Engineering Maintenance Manager – vede in particolare la drastica riduzione delle emissioni di solventi nell’aria, lo sviluppo di tecnologie a basso impatto ambientale e iniziative volte a ‘Proteggere e rendere il mondo più bello’ coinvolgendo la comunità”.

Smurfit Kappa Italia: specializzata nel settore degli imballaggi in carta e core business nel cartone ondulato, è impegnata nella strategia globale di Smurfit Kappa “Better Planet Packaging”.“Smurfit Kappa Italia – ha spiegato Claudio Giolito, Innovation Manager – è un concreto esempio di economia circolare: gestiamo l’intera filiera della carta e presidiamo il ciclo completo: dalla produzione di carta alla realizzazione del packaging sino alla raccolta e nuova immissione di carta nel circolo produttivo.”.