Dal ponte di San Rocco alle abitazioni dei privati. Le bellezze “da cinema” di Spigno Monferrato

SPIGNO MONFERRATO – Alcuni suggestivi scorci di Spigno Monferrato sono già “in vetrina” sul sito di Film Commission Torino Piemonte e chissà che presto non possano fare colpo su registi e produttori a caccia di location per film, serie tv o pubblicità. Il Comune, a fine giugno, si è ufficialmente candidato a diventare un “set” siglando un protocollo d’intesa con la Fondazione impegnata ad attrarre in Piemonte produzioni cinematografiche e televisive.

adv-357

Spigno, ha spiegato il sindaco, Antonio Visconti, ha deciso di sfruttare un’opportunità “a costo zero” per valorizzare le sue bellezze architettoniche e paesaggistiche. La collaborazione con l’industria del cinema, della televisione o con il mondo della pubblicità potrebbe portare nuovi turisti e generare una ricaduta economica positiva sulle strutture ricettive e commerciali del paese.

Angoli di Spigno, del resto, sono già apparsi sul grande e sul piccolo schermo. Il ponte di San Rocco, con la sua caratteristica schiena d’asino ancora perfettamente intatta, è stato scelto per il film “Il diavolo al Pontelungo”, prodotto nei primi anni ’80 dalla Rai e basato sull’omonimo romanzo di Bacchelli. Il ponte duecentesco fa da sfondo anche al corto “Fischia il vento” e alle riprese della puntata della trasmissione “Voyager” dedicata alla leggenda di San Rocco. Sempre a Spigno, all’interno della cucina di una abitazione privata, vennero poi girate alcune scene del film “Il partigiano Johnny” diretto da Guido Chiesa e con protagonista Stefano Dionisi.

Soprattutto ora che anche grandi produzioni internazionali hanno puntato gli occhi sul Piemonte, basti pensare all’ultimo capitolo di Fast & Furious girato a Torino, anche Spigno ha deciso di farsi avanti. Forse le antiche strade del comune nell’Acquese  potrebbero non essere adattate per spericolate corse in auto ma l’architettura del paese sarebbe perfetta per un film o, perchè no, per una saga ambientata in epoca medievale.

Proposta la candidatura, il Comune di Spigno ha ricevuto una risposta “immediata” da Film Commission Torino Piemonte. Il sindaco, insieme al presidente della Proloco, Angelo Rubba, ha accompagnato il responsabile della rete regionale di Film Commission, Davide Bracco, durante un primo sopralluogo tra monumenti e angoli caratteristici del paese: “Ha scattato diverse fotografie, già pubblicate sul sito di Film Commission. Adesso aspettiamo che qualcuno scelga le nostre bellezze”. Nel frattempo, ha aggiunto il sindaco,  il Comune e il Direttivo della Pro Loco hanno intenzione di organizzare un incontro con i cittadini: Oltre alla bellissima chiesa, al ponte di San Rocco, al Castello e ai nostri monumenti, a Spigno ci sono anche abitazioni e giardini privati che potrebbero essere altrettanto adatti per le riprese di film o spot”.

(in copertina foto di Spigno Monferrato gentilmente inviata dal Direttivo della Pro Loco)