Rita Rossa a Servizio Pubblico, sindaco e ‘pasionaria’ [VIDEO]

Una Rita Rossa a tutto campo quella intervenuta questo giovedì sera a Servizio Pubblico. Prima di parlare della città di Alessandria il sindaco del capoluogo è intervenuta sul tema del dibattito che, poco prima, veniva affrontato: la fragilità del governo Letta in caso di possibili condanne di Silvio Berlusconi nei processi in corso. “Anche far passare l’idea che non tutti sono uguali davanti alla legge, induce alla protesta della gente , a comportamenti perniciosi. Come quando si diceva (sempre in riferimento a Berlusconi, ndr) che non pagare le tasse era giusto.” Dopo aver registrato l’assenso di Sergio Cofferati e il dissenso del direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti, Santoro ha invitato il sindaco a mettere per un attimo da parte i panni di “pasionaria” e tornare a vestire la fascia tricolore. “Ad Alessandria sono aumentati gli alessandrini che fanno la fila alla Caritas” ha proseguito Rossa, seduta vicino alla collega sindaco di Rosarno, il paese natale di Luigi Preiti, l’attentatore di Palazzo Chigi “La gente non vede più la speranza. Occorre stabilire misure che investano sulla riqualificazione della città, dei centri storici, la priorità è dare lavoro. Io mi confronto con la disperazione della gente, che conosciamo uno a uno. Se si perdono posti di lavoro pubblico viene uccisa una comunità, viene ammazzata un’economia. La priorità non è togliere l’IMU, senza di essa” ha proseguito il sindaco “Senza la rata dell’IMU perdiamo 14 milioni di euro e chiudiamo il Comune. Non possiamo pagare gli stipendi, in un anno sono ricorsa a provvedimenti straordinari come l’allargamento ai 2/12esimi dell’anticipo di tesoreria, indebitandomi ancora di più, per pagare gli stipendi. Ma c’è anche chi non protesta in modo eclatante, chi rinuncia a esprimere il proprio disagio: come chi si mette in fila alla Caritas o chi fruga nei cassonetti. Abbiamo bisogno di risposte, di strumenti e risorse da investire per creare mercato.”

Potete rivedere l’intervento di Rita Rossa nel video tratto dal canale Youtube di Servizio Pubblico