ALESSANDRIA – Dopo l’annuncio di nuovi presidi delle lavoratrici sotto il Comune di Alessandria anche il Partito Democratico e Lista Rossa alzano la voce sul bando per il servizio di refezione scolastica. I consiglieri di minoranza hanno presentato una istanza di sollecito al Segretario Generale per visionare la nota secretata relativa alla sostituzione del dirigente responsabile della gara di appalto per l’affidamento del servizio mense. Al posto di Cristina Bistolfi il sindaco Cuttica aveva nominato Orietta Bocchio. Secondo la minoranza un documento non può restare riservato se poi viene citato in un atto pubblico.

Sempre più spesso questa giunta cita la trasparenza ma molte sono le zone d’ombra su provvedimenti delicati” hanno sottolineato i consiglieri di minoranza “Sulla nota con la quale si rimuove il Rup per la gara delle mense, nota secretata, vogliamo chiarezza. Ad oggi nessuna risposta. Perché è stata rimossa la dott.ssa Bistolfi, perché non si vogliono dire le motivazioni? Forse i rilievi fatti dalla dirigente non erano graditi? Ci rivolgiamo alla Segretaria Generale, formalmente e speriamo in un chiarimento ma non ci fermeremo, in caso di ulteriori dinieghi ci rivolgeremo al Prefetto.”

“Abbiamo scoperto che poi più soggetti erano destinatari di questa nota” ha aggiunto il consigliere di Lista Rossa Marica Barrera a Radio Gold “tutto ciò inficia la legittimità di un decreto e quindi il bando stesso di gara. Chiediamo innanzitutto chiarezza e trasparenza.”