ALESSANDRIA – È scattato lo stato di agitazione per i dipendenti del Comune di Alessandria. La Fp Cgil e Csa temono ripercussioni sui posti di lavoro e sui sevizi alla cittadinanza per le grane legate ai bilanci di Palazzo Rosso.

Le preoccupazioni dei sindacati nascono della mancata approvazione del bilancio consuntivo entro la fine di marzo e dall’avvicinarsi della scadenza di fine aprile per l’approvazione del preventivo 2019-2021 e, hanno spiegato, sono “aggravate dalla sentenza del 5 febbraio della Corte dei Conti sulle ultime annualità dell’Ente e dal rischio pre-dissesto”.