carmine passalacqua
adv-957

ALESSANDRIA – Non sembrano placarsi le polemiche scaturite dalle frasi del consigliere di Forza Italia Carmine Passalacqua sull’Hospice Il Gelso. In una nota la sezione alessandrina della Lega ha ribadito “la presa di distanze dalle posizioni personali del consigliere Passalacqua” ma, in parallelo, è arrivato anche l’attacco alle opposizioni: “Chi cerca di strumentalizzare la vicenda deve vergognarsi”. 

Il Carroccio ha anche lanciato un hashtag: #nessunotocchiilgelso

“Il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco nei giorni scorsi si è già espresso con grande chiarezza in merito alla vicenda dell’Hospice Il Gelso, prendendo le distanze dalle dichiarazioni personali del consigliere comunale Carmine Passalacqua, che sono agli antipodi rispetto alle posizioni della Lega” si legge ancora nella nota. “Da sempre ci è chiaro il ruolo essenziale svolto dal Gelso al servizio e a sostegno di chi soffre, grazie alla professionalità del personale, e alla straordinaria abnegazione dei volontari. Un’eccellenza alessandrina che è giusto ringraziare, e sostenere non solo a parole ma anche con atti concreti”.

“Martedì il sindaco Cuttica con la giunta comunale ha incontrato i volontari dell’associazione Fulvio Minetti e tutti gli amici che fanno parte di questa grande realtà, ribadendo loro l’affetto e la grande stima che tutta la vittà nutre nei confronti della ‘famiglia’ del Gelso”.

“Tuttavia pare doveroso stigmatizzare i comportamenti delle opposizioni di Palazzo Rosso, che in queste ore cercano di sfruttare questa situazione a proprio vantaggio, strumentalizzando Il Gelso ai propri fini, con polemiche mediatiche e social da campagna elettorale permanente”.

“I toni e le modalità con cui sono stati espressi dal consigliere Passalacqua concetti personali ci hanno lasciati sconcertati. D’altro canto però la costruzione di maldestre iniziative finalizzate a cavalcare politicamente quanto accaduto va assolutamente stigmatizzata. Non ci sono elezioni alle porte” conclude la Lega “e oggi Alessandria ha bisogno di coesione e spirito di squadra, e non certo di demagogia politica sulle spalle di chi si spende quotidianamente per la nostra comunità”.

adv-516