adv-893

PIEMONTE – Le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil hanno attaccato la Giunta Cirio dopo l’assenza del presidente e degli assessori alla Sanità e al Welfare Icardi e Caucino all’incontro con le parti sociali dedicato alla riorganizzazione del sistema sanitario piemontese.

“Si è persa una ulteriore occasione – hanno spiegato i segretari regionali di Cgil Cisl Uil, Danila Botta, Luca Caretti e Francesco Lo Grasso per iniziare a discutere della riorganizzazione della sanità e del settore sociosanitario piemontese. Non basta più nascondere la polvere sotto il tappeto. Le profonde carenze del sistema, emerse durante l’emergenza Covid, vanno affrontate e risolte. Se non fosse stato per l’impegno dei lavoratori della sanità e delle strutture sociosanitarie, supportati dalle loro organizzazioni sindacali, i risultati sarebbero stati ancor più tragici di quanto già non siano”.

L’assenza del presidente Cirio e dei sue assessori competenti al tavolo del 30 giugno per le segreterie regionali di Cgil Cisl Uil è stata definita “un altro schiaffo ai lavoratori e ai cittadini. Temi come la salute e la non autosufficienza riguardano aspetti fondamentali della vita di ognuno e non consentiremo alla politica di affrontarli senza il confronto e la partecipazione di chi rappresenta i diretti interessati. Non c’è più tempo. L’autunno è alle porte e non possiamo essere impreparati”.

adv-799

Da subito Cgil Cisl Uil avvieranno un percorso di informazione attraverso assemblee nei luoghi di lavoro e nel territorio per arrivare a una iniziativa pubblica.