CASALE – Dopo sole 48 ore la Novipiù Junior Casale e Gsa Udine tornano a sfidarsi nei quarti playoff della serie A2. La vittoria sul filo di lana dei rossoblu di lunedì sera lascia immaginare un’altra gara al cardiopalmo. Palla a due alle 20.30, sempre al PalaFerraris. La squadra di coach Ramondino vuole il 2-0 per indirizzare la serie e giocarsi già a Udine la possibilità di chiudere i conti in gara 3.

“Ci troviamo ad affrontare una delle squadre più attrezzate dell’intera Lega: ogni azione bisogna lottare per imporre il proprio gioco” ha detto coach Marco Ramondino “Non dimentichiamo che coach Lardo ha fatto Finali Scudetto, Coppe Europee e tantissime partite dei playoff: c’è quindi anche un fattore coach che incide molto. Soprattutto quando le cose non funzionano bisogna credere in quello che si fa: in gara 1 per seguire il ritmo offensivo abbiamo perso un po’ la bussola in difesa, poi nel secondo tempo i tiri sono entrati e abbiamo trovato il bandolo della matassa. Bisogna credere nel sistema di gioco e nei punti di forza individuali e di squadra. Noi possiamo giocare così anche gara 2 che sarà comunque una battaglia in cui prevarrà chi avrà l’iniziativa rispetto all’avversario”.

“Gara 1 è stata una partita tosta” ha detto Luca Severini, uno dei protagonisti assoluti della sfida di lunedì “Udine è una squadra esperta e il primo tempo abbiamo sofferto la loro fisicità. Nel secondo tempo, invece, abbiamo aumentato l’intensità in difesa, abbiamo iniziato a fare le cose che ci eravamo detti, a fare più attenzione ai dettagli e a provare a concedere meno rimbalzi in attacco: facendo anche qualche canestro in più è stato tutto più facile. Gara 2 sarà sempre una partita come oggi, forse anche più difficile, loro non ci concederanno nulla e vorranno sicuramente pareggiare la serie”.