Bertram Derthona, si chiude una stagione magica. Ramondino: “Fatte grandi cose, ma si può migliorare”

CASALE – Orgoglioso dei suoi ragazzi per quanto fatto, anche se con un pizzico di rammarico per l’ultima sconfitta. Queste le emozioni del condottiero di Bertram Derthona, coach Marco Ramondino, al termine della sconfitta in gara 3 contro Virtus Bologna e la conseguente eliminazione in semifinale playoff dei suoi ragazzi.

“Riguardo alla partita, grandi complimenti alla Virtus Bologna per avere condotto la gara dall’inizio. Voglio sottolineare la loro capacità di punire gli errori e la loro abilità nel vincere ogni volta con l’adeguamento successivo sulle nostre scelte. C’è grande ammirazione da parte mia per la vittoria della Virtus nella partita e nella serie. Le palle perse all’inizio ci hanno fatto sprecare tante energie nervose e ci hanno fatto partire sotto 10-0, ma al di là del dettaglio c’è stata anche frenesia nel provare poi a recuperare. Sinceramente rimane un po’ di dispiacere perché credo potessimo giocare una partita con contenuti migliori che avrebbe ripagato ancora di più questo splendido tutto esaurito che è motivo di orgoglio, in quanto non si deve dare nulla di scontato. Ai ragazzi ho fatto i complimenti perché hanno fatto delle grandi cose e i risultati conseguiti sono frutto di quanto hanno prodotto. Spesso e volentieri hanno fatto sembrare normale qualcosa che concretamente non lo è. Oltre alla soddisfazione per la buona stagione ci deve essere la consapevolezza che c’è un margine di miglioramento che possiamo esplorare”.

Foto Ufficio Stampa Bertram Derthona

adv-43