casale ghivizzano

CASALE FBC – GHIVIZZANO BORGOAMOZZANO 3-1

Reti: pt 28’ Di Lernia (C), 41’ Fomov (G); st 15’ Di Lernia (C), 28’ Lamesta (C)

Casale Fbc (4-3-1-2): Tarlev; Villanova, Cintoi, Pinto, Fabbri (30’ st Bianco); Brugni (19’ st Lamesta), Poesio, Todisco (41’ st Sadouk); Di Lernia; Coccolo (42’ st El Khayari), Di Renzo (44’ st Cappai). A disp: Rovei, Pisanello, Vecchierelli, Mullici. All.: F. Buglio

adv-528

CASALE MONFERRATO – Con una doppietta del fantasista Di Lernia (10 gol stagionali e miglior realizzatore nerostellato) e la prima rete con la casacca dei “Neri” segnata dal neoentrato Lamesta, il Casale Fbc di mister Francesco Buglio supera meritatamente 3-1 il coriaceo Ghivizzano Borgoamozzano, accorcia di due lunghezze lo svantaggio dal Prato (bloccato in casa dal Bra) e tiene immutate le distanze dalla Lucchese, ora nuova capolista, vittoriosa a Savona. Dopo la settima giornata di ritorno la classifica parla così: Lucchese 45 punti, Prato 44, Casale e Caronnese (vittorioso a Chieri) 42.

A dieci turni dal termine, il girone A della serie D rimane incerto, equilibrato, avvincente e spettacolare, con i nerostellati pronti a recitare un ruolo da protagonista e a lottare fino alla fine per l’unica promozione in Serie C. Dopo un primo tempo equilibrato e chiuso sull’1-1 (vantaggio iniziale con Di Lernia, pareggio toscano con Fomov), nella ripresa il Casale ha preso in mano la partita con maggior grinta e determinazione, riportandosi in vantaggio con Di Lernia e chiudendo i conti con Lamesta, a segno con un bolide di destro (piede meno utilizzato) sotto la traversa. Casale dunque più che mai lanciato (e che continua a far sognare il popolo nerostellato), consapevole dei propri mezzi, ma che deve restare con i piedi saldamente per terra, onde evitare cocenti delusioni che potrebbero irrimediabilmente compromettere il fin qui brillante cammino compiuto.

La cronaca. Pomeriggio con cielo coperto, temperatura 13 gradi. Terreno di gioco in discrete condizioni. Sugli spalti oltre 400 spettatori. Prima della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Marco Linarello, 48 anni, storico tifoso e leader dei Boys Casale, scomparso una quindicina di giorni fa, e di Loris Azzaro, 25 anni, arbitro della sezione di Aosta, deceduto venerdì 14 febbraio in un incidente stradale mentre si recava all’aeroporto torinese per raggiungere la Basilicata e dirigere una partita del campionato di Eccellenza regionale lucana. Tra i nerostellati assente lo squalificato Angelo Buglio. Lunga la lista dei diffidati (Cintoi, Poesio, Di Lernia, Di Renzo) tra i padroni di casa, in campo con il modulo 4-3-1-2 e la sorpresa di giornata Brugni, titolare dal primo minuto. Modulo speculare per il Ghivizzano, allenato da Rino Lavezzini. Prima azione degna di nota al 5’. Di Lernia a centrocampo apre per Coccolo, cross basso dalla sinistra per Poesio con sinistro “sporco” di poco a lato. Risponde il Ghivizzano all’8’ con un tiro dal limite di Viti bloccato da Tarlev. La partita prosegue su ritmi elevati con i biancorossi toscani (in campo con una divisa bianca e inserti rossi) ad imprimere ritmo, velocità ed aggressività a tutto il campo, impedendo ai Neri di dare vita ad efficaci trame di gioco. La svolta dell’incontro giunge al 28’. Di Renzo si invola sulla fascia destra, giunge a fondocampo, cross rasoterra in area, velo di Coccolo con Di Lernia indisturbato e tutto solo pronto ad insaccare: 1-0. Il Ghivizzano sembra non accusare il colpo, ricomincia a macinare gioco e al 41’ pareggia. Calcio d’angolo di Bartolini e perentorio colpo di testa del georgiano Fomov che supera Tarlev: 1-1. Per l’ennesima volta, in questa stagione, il Casale è punito con una rete subita su palla inattiva. In pieno recupero (46’) Di Lernia approfitta di un errore a centrocampo di Fomov, assist a Poesio, palla a Brugni con conclusione potente di Brugni respinta di piede da Pagnini. Nella ripresa, è subito monologo del Casale. Poesio (3’) scodella per Di Renzo che sfiora prima dell’intervento risolutore di Pagnini. Un minuto dopo, sugli sviluppi di un corner calciato da Di Lernia, gran tiro dal limite di Fabbri di poco a lato. Al 10’ occasionissima nerostellata: punizione di Di Lernia, respinge Pagnini, palla a Di Renzo che colpisce la traversa e palla poi allontanata dalla difesa ospite. Al quarto d’ora il Casale ritorna in vantaggio. L’onnipresente Di Lernia (migliore in campo) apre a Di Renzo con primo tentativo sventato, pallone che danza in area e ancora Di Lernia che, con un tocco mezzo “ciabattato”, riesce comunque nell’intento di segnare la doppietta personale: 2-1 con Coccolo che, intelligentemente non ha seguito l’azione, evitando così il fuorigioco durante la traiettoria della sfera. Al 26’ angolo battuto da Di Lernia e colpo di testa a lato di Todisco. Il Ghivizzano prova orgogliosamente a spingere alla ricerca del pareggio, ma concede ampi spazi, esponendosi inevitabilmente alle ripartenze degli avversari. Al 28’ (minuto magico per il Casale così come nel primo tempo) terzo gol nerostellato. Il solito Di Lernia lancia in contropiede il neoentrato Lamesta che fulmina Pagnini con un potente destro (lui che è mancino) all’incorcio dei pali: 3-1. Partita virtualmente chiusa con il Casale che prova a dilagare nel finale. Punizione di Di Lernia (35’) dal limite e colpo di tacco di capitan Cintoi parato da Pagnini, migliore in campo per gli ospiti. Al 38’ spettacolare contropiede di Coccolo che conclude con un mezzo pallonetto intercettato da Pagnini, pallone poi a Di Renzo che prova a centrare il bersaglio con un “cucchiaio” alto sulla traversa. Finisce 3-1 con grande esultanza della squadra, pronta a festeggiare insieme ai tifosi sotto al settore occupato dai Boys Casale che hanno esposto una gigantografia e uno striscione in memoria del loro leader e allenatore dei Pulcini nerostellati Marco Linarello.

adv-338

Nessuno dei quattro diffidati è stato ammonito, pertanto saranno regolarmente a disposizione nel prossimo turno, cosi come il rientrante Angelo Buglio. I “Neri” sono ora attesi da due lunghe ed impegnative trasferte consecutive. Si comincia domenica prossima in Versilia a Forte dei Marmi (partenza sabato pomeriggio) contro i toscani del Real Forte Querceta, per proseguire domenica 1° marzo in Liguria contro la Sanremese.