CASALE FBC – BORGOSESIA 1-0

Rete: pt 5′ Dansu (C) Continua dopo il banner

adv-99

Casale Fbc (4-3-3): Carlucci; Villanova, Cintoi, Priolo, Vanin; Dansu, Garavelli, Birolo; Kerroumi (st 39′ Marianini), Cardini (st 46′ Principe), Pavesi (st 31′ Zaia). A disp. Barbato, Martinetti, Rebolini, Curallo, Ibrahim, Patrucco. All.: Ezio Rossi.

CASALE MONFERRATO – Dopo un mese di digiuno (dal 3-2 ottenuto in trasferta sul campo della Varesina), il Casale Fbc torna alla vittoria sconfiggendo 1-0 al “Natal Palli” il Borgosesia, grazie ad una rete in apertura di Dansu, al primo centro stagionale e schierato titolare dal primo minuto. Dopo oltre due mesi (ultimo successo l’8 dicembre scorso contro il Bra) i nerostellati fanno finalmente valere il fattore campo, ottenendo così i tre punti in palio. Nella settima giornata di ritorno del campionato di serie D, la squadra di mister Ezio Rossi gioca la partita perfetta, chiudendo ogni spazio agli avversari, sfruttando al meglio l’occasione decisiva ed esaltandosi contro una delle big del campionato. Si tratta dunque di una importante iniezione di fiducia per Garavelli e compagni, dopo il positivo inizio del trittico di fuoco che proseguirà contro le attuali capolista e pretendenti al salto in Lega Pro. Domenica prossima, infatti, ci sarà la trasferta al “Paschiero” di Cuneo, mentre il 5 marzo andrà in scena la partitissima al “Palli” contro il Varese. Con questa vittoria il Casale sale a quota 35 punti, riappropriandosi dell’ottavo posto in classifica, a sei lunghezze dalla zona play off.

La cronaca. Giornata fredda, grigia e plumbea, terreno in pessime condizioni e circa 300 spettatori per seguire la sfida che oppone le due squadre che hanno finora ottenuto il maggior numero di pareggi: 12 il Borgosesia, uno in meno il Casale, insieme alla Pro Sesto. Squadre schierate specularmente con il modulo 4-3-3. I “Neri” (in campo con la tenuta biancostellata) sono privi degli squalificati Mazzucco e Duguet e schierano dal primo minuto Dansu (a centrocampo) e Kerroumi (in avanti con Cardini e Pavesi). I granata valsesiani (solo due sconfitte in 23 partite) di mister Dionisi rinunciano allo squalificato Bruzzone e utilizzano il bomber Zamparo (11 reti) coadiuvato dallo spagnolo Perez. Dopo un tentativo al 2′ con Birolo, neutralizzato dalla difesa ospite, al 5′ il Casale trova il gol partita. Azione corale avviata da capitan Garavelli per Cardini, assist di tacco per l’accorrente Dansu che, incuneatosi in area di rigore, anticipa l’uscita di Libertazzi mettendo la palla in rete a porta vuota con un morbido piatto destro: 1-0. Casale tutto grinta, cuore e muscoli al cospetto di un Borgosesia tramortito dal gol subìto ed incapace di reagire. I nerostellati gestiscono bene la palla a tutto campo e spengono sul nascere, anche con efficaci raddoppi di marcatura, le iniziative dei granata. Gli ospiti provano ad uscire dal letargo in due sole occasioni con palla inattiva. Al 28′ con una punizione altissima quasi dal limite di Perez e, ancora, con un successivo calcio piazzato di Di Lernia (32′) per la testa di Zamparo, ma anche in questo caso la palla termina alta sulla traversa delle porta difesa dall’inoperoso Carlucci. Nella ripresa, il Borgosesia parte forte alla ricerca del pari creando al 5′ un pericolo, grazie al diagonale di Perez sventato da Carlucci che si distende sul secondo palo sventando la minaccia. Il Casale attende che il Borgosesia si riversi in avanti per giocare di rimessa con azioni in contropiede. Come al 17′, con Cardini che mette in movimento Birolo con tiro in movimento bloccato da Libertazzi. E anche al 28′, quando i “Neri” sfiorano il gol del raddoppio ancora con uno scatenato Birolo (migliore in campo insieme a Cardini, Garavelli e Dansu) che, spintosi a fondo campo. pennella un preciso rasoterra che taglia tutta l’area, sguarnita di difensori valesesiani, per Kerroumi, chiuso al momento del tiro dalla provvidenziale respinta di Libertazzi, Brivido infine al 49′ quando l’arbitro assegna un calcio di rigore per il Borgosesia (interventoto di Priolo su Di Lernia) ma il guardialinee aveva già alzato la bandierina per segnalare la posizione di fuorigioco del giocatore in casacca granata. Il direttore di gara annulla la decisione fischiando pochi secondi dopo la fine della partita tra l’esultanza di giocatori e tifosi nerostellati. Come detto, domenica, insidiosa trasferta contro la capolista Cuneo, allenata dall’ex di turno Salvatore Iacolino.

Carlo Biorci