StrAlessandria 2021: si parte dal Cristo, un’ora prima e con mascherine e Green Pass
adv-732

ALESSANDRIA – Il 24 settembre Alessandria torna a correre. La StrAlessandria riparte e unisce la città in un nuovo percorso di 5 chilometri che, per la prima volta in 25 anni di storia, partirà dal quartiere Cristo e un’ora prima rispetto all’orario tradizionale. I competitivi scatteranno di corsa da piazza Ceriana alle 19.15 e circa 10 minuti dopo, intorno alle 19.25 partirà, correndo o camminando, il resto della città.

Quello che verrà sistemato al quartiere Cristo non sarà un tradizionale nastro di partenza perché la ripartenza della StrAlessandria “non è un libera tutti” ha puntualizzato Pietro Sacchi, referente della corsa solidale. Il giorno della StrAlessandria sarà il momento per dimostrare che la città “è capace di rispettare le regole“, a partire da quelle legate al Green Pass. Sarà infatti necessario esibire il certificato verde per passare da uno dei dieci varchi che verranno creati da piazza Ceriana per distendersi lungo Corso Acqui. Alla partenza sarà obbligatorio indossare la mascherina che si potrà poi abbassare correndo, o camminando, lungo il nuovo tracciato che dal quartiere Cristo si allungherà fino al ponte Meier e alla Cittadella, per ritornare poi verso il centro. All’arrivo, in piazza della Libertà, sotto il Comune di Alessandria, sarà di nuovo necessario indossare la mascherina e mostrare il green pass per accedere all’area della premiazione. La presentazione sarà affidata a Stefano Venneri. 

Non ci sarà quest’anno la StraRagazzi al mattino al campo di atletica ma gli studenti certamente non mancheranno la sera alla corsa solidale. Non si terrà neppure la StrAlessandria in carcere ma potranno partecipare alla corsa alcuni detenuti che già usufruiscono di permessi lavorativi. Ci sarà, invece, la StrAlessandria per le persone con disabilità che formeranno la coda della corsa non competitiva con un gruppo di partecipanti in triride, le carrozzine a spinta motorizzata.

adv-703

Come sempre ci sarà il fine solidale della StrAlessandria. La corsa, fin dalla prima edizione a sostegno di progetti di cooperazione internazionale, quest’anno racconterà anche il lavoro di quattro realtà alessandrine, Ics Ets, Assefa, L’abbraccio e Passo dopo Passo, che operano nei Paesi più poveri del mondo con una mostra fotografica “Il saper fare degli alessandrini nel mondo” che si potrà visitare dal 23 settembre al 30 ottobre nelle sale della Biblioteca Civica di Alessandria.

L‘acquisto delle magliette dell’edizione 2021 della corsa solidale permetterà inoltre di creare ad Alessandria una squadra d’intervento antidegrado composta da detenuti, appositamente formati, che avranno il compito di curare le aree pubbliche della città. Come sempre la StrAlessandria guarda anche alle popolazioni più povere del mondo e quest’anno vuole ristrutturare la scuola e il centro di alfabetizzazione di Mitawa, in Mozambico, realizzati grazie ai proventi della StrAlessandria 2004/2005. Il progetto è stato dedicato a Jean Franco Formiga, alunno dell’IIS Saluzzo Plana recentemente scomparso, che i compagni hanno deciso di ricordare anche una speciale maglietta personalizzata della StrAlessandria, che si potrà ordinare via mail all’indirizzo [email protected], aggiungendo un euro al costo della maglietta della corsa, anche quest’anno a 5 euro.

Di seguito ecco i punti dove è possibile iscriversi alla StrAlessandria 2021.