CASALE MONFERRATO – La delegazione casalese guidata dal sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, sta rientrando in Italia dopo aver raggiunto il confine tra Slovacchia e Ucraina e consegnato gli aiuti raccolti nelle ultime settimane grazie alla generosità dimostrata dai cittadini del Monferrato.

La raccolta di abiti e alimenti della città monferrina da domenica è temporaneamente sospesa. Il Comune di Casale ha però aperto un conto corrente dove far confluire le donazioni in denaro dei cittadini, che verranno poi utilizzate per acquistare cibo e medicine per i profughi ucraini. L’Iban per donare è: IT53I0503422601000000003145 e la causale: erogazione liberale Monferrato per l’Ucraina.

adv-636