ALESSANDRIA – “Anche il nostro territorio non è esente da discriminazioni a causa dell’orientamento sessuale: i dati pre-pandemia, quando avevamo più il polso della situazione, si attestavano su una media di un caso al mese”. Rispetto allo stallo del Ddl Zan al Senato abbiamo intervistato Alberto Bianchi e Giulia Giustetto, di Tessere Le Identità, l’associazione LGBTQI di Alessandria, sei mesi dopo il presidio statico di piazza Santa Maria di Castello.Stiamo collaborando con le altre associazioni piemontesi per organizzare a giugno un nuovo evento in piazza ad Alessandria, così come in tutti gli altri capoluoghi della nostra regione” ha anche annunciato il vicepresidente Bianchi.

adv-18