RADIOGOLD – Lo scrittore Massimo Carlotto è considerato il re del noir italiano. Nelle sue opere il giallo diventa racconto sociale e in oltre 25 anni di scrittura e libri di successo ha dimostrato un talento unico nel raccontare le trasformazioni della società. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, lo scrittore padovano ha esordito nel 1995 con l’autobiografia “Il fuggiasco” pubblicata da Edizioni E/O e ha subito vinto il Premio del Giovedì 1996. Nel romanzo autobiografico e d’inchiesta “Le irregolari. Buenos Aires horror tour”  ha descritto la guerra sporca della dittatura argentina, la metodologia della desaparición e la battaglia fatta di amore, dolore e coraggio delle nonne e delle madri di Plaza de Mayo. Dopo aver collezionato prestigiosi premi sia in Italia che all’estero, Massimo Carlotto in questo 2022 ha debuttato nella storica collana del Giallo Mondadori con il suo ultimo libro “Il Francese”, nuovo iconico personaggio attraverso cui racconta il degrado delle relazioni sociali nel suo Nordest.

Massimo Carlotto, anche drammaturgo, giornalista, saggista, fumettista e sceneggiatore, mercoledì 30 marzo sarà uno dei prestigiosi ospiti della Serata Benedicta, organizzata dall’Associazione Memoria della Benedicta. Nella sede dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, dalle 18 racconterà il rapporto tra “Romanzo e Manutenzione della Memoria” con la collega scrittrice Raffaella Romagnolo in un dialogo con la giornalista de La Stampa Miriam Massone. Nella seconda parte della serata, al via dalle 21, lo scrittore padovano tornerà sul palco insieme a Yo Yo Mundi e al sassofonista padovano Maurizio Camardi per presentare in anteprima lo spettacolo di musica e parole “Partigiani Sempre!”.

 

L’ingresso alla Serata Benedicta è gratuito e non occorre prenotare. Obbligo di Super Green Pass nel rispetto delle attuali disposizioni anticovid.

 

adv-991