NOVI LIGURE – Prosegue senza sosta l’attività dei Carabinieri di Novi per contrastare lo spaccio di droga in città. Grazie alle indagini e ad appostamenti mirati, i militari negli ultimi giorni hanno fatto scattare due arresti.

In manette è finito il cittadino marocchino Safoine Kamal El Idrissi, 31 anni. L’uomo, residente a Novi Ligure, è stato sorpreso dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile a spacciare vicino al vecchio stabile di via Stefano Canzio. Da qualche tempo i Carabinieri stavano monitorando la zona, dove diversi cittadini avevano segnalato un sospetto via vai di giovani. Proprio durante uno degli appostamenti i militari hanno visto il cittadino marocchino arrivare in scooter e nascondere della cocaina in una cassetta del gas vicino al palazzo. Continua dopo il banner

adv-433

Fermato un ragazzo che ha poi ammesso di aver acquistato droga dal cittadino marocchino, i Carabinieri hanno arrestato Kamal El Idrissi, trovato poi in possesso di 220 in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. L’uomo, già arrestato in passato dai Carabinieri, dopo la direttissima è stato portato in carcere ad Alessandria in attesa dell’applicazione del braccialetto elettronico e degli arresti domiciliari.

 

È stato arrestato per spaccio di stupefacenti anche un altro cittadino marocchino, Dahane Imad, 25 anni. Indagato dai Carabinieri di Novi nell’abito dell’indagine “Stelvio”, che tra ottobre e a dicembre 2016 aveva portato al sequestro di grossi quantitativi di stupefacente, l’uomo nei giorni scorsi è stato condotto in carcere su ordine del Tribunale di Alessandria. Gli elementi raccolti dai militari novesi, infatti, hanno convinto la magistratura alessandrina del pericolo di reiterazione del reato e fatto scattare la misura di custodia cautelare.