ALESSANDRIA – È ancora desolante lo scenario al Villaggio Fotovoltaico in via Nenni ad Alessandria. L’acqua del laghetto al quartiere Cristo è sempre torbida e anche il ponticello è messo male. Non è in condizioni migliori la vicina pista di pattinaggio.  Lo hanno constatato con i loro occhi anche i consiglieri della Commissione Ambiente di Palazzo Rosso che, insieme all’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Barosini, martedì mattina hanno effettuato un sopralluogo nell’area.

I preventivi già raccolti dall’amministrazione per capire quanto potrebbe costare sistemare il laghetto, purtroppo, non fanno sorridere. Come riportato su Facebook dai consiglieri del Movimento 5 Stelle Francesco Gentiluomo e Michelangelo Serra, solo per ripristinare le pompe servirebbero circa 50 mila euro, cui andrebbero poi sommati i costi annui di manutenzione. Un conto già salato che, oltretutto, esclude eventuali interventi per scongiurare infiltrazioni d’acqua che potrebbero danneggiare i box che si trovano sotto lo specchio d’acqua. Non costerebbe poco neppure sistemare la vicina pista di pattinaggio. Per far tornare gli alessandrini a pattinare il Comune di Alessandria dovrebbe acquistare costose resine e sborsare circa 45 mila euro.

L’amministrazione, ha ammesso a Radio Gold l’assessore Giovanni Barosini, avrebbe “grosse difficoltà” a sostenere entrambe le spese. Per la pista di pattinaggio è oltretutto necessario valutare “l’opportunità” di un investimento importante per una struttura che non sembra sia mai stata molto utilizzata. Si potrebbe quindi pensare di dare “un’altra destinazione” alla pista di pattinaggio e un ragionamento simile è già partito anche per decidere il destino del laghetto.

Gli elevati costi annui per mantenere sempre limpido lo specchio d’acqua al quartiere Cristo sono un freno al progetto di ripristino e una delle alternative è di trasformare il laghetto in un’area verde, decisamente più semplice e meno onerosa da gestire. Il costo per “prosciugare” il laghetto e ricoprirlo di erba e fiori si aggirerebbe intorno ai 30 mila euro, cui andrebbero sommati circa 500 euro all’anno per la manutenzione.

La scelta tra “prato o laghetto”, comunque, non è semplice perché lo specchio d’acqua, se ben tenuto, saprebbe rendere gradevole l’area. Sempre su Facebook il consigliere pentastellato Michelangelo Serra ha ad esempio proposto di far scegliere ai cittadini e non sembra intenzionato a prendere una decisione “unilaterale” neppure Barosini. L’assessore, ha spiegato, raccoglierà le opinioni dei residenti e dei cittadini che frequentano il parco al quartiere Cristo perché volontà dell’amministrazione è quella di “condividere la scelta con gli alessandrini”. Il Villaggio Fotovoltaico è “all’attenzione della Giunta” anche sotto il profilo della sicurezza.A breve”, infatti, l’amministrazione dovrebbe puntare uno o due telecamere sul parco, così da scongiurare anche eventuali atti vandalici.

(Foto di repertorio)