GENOVA – Un lavoro senza sosta quello dei soccorritori arrivati a Genova, dopo la tragedia del viadotto Morandi, crollato questa mattina. Riccardo Briante, funzionario direttivo dei Vigili del Fuoco di Alessandria, è uno dei nove pompieri arrivati nel capoluogo ligure dal Comando della nostra provincia. Tutti sono addestrati per la ricerca e il soccorso delle persone sotto le macerie.

Purtroppo abbiamo estratto da una macchina due persone che avevano perso la vita, stiamo continuando nella speranza di trovare dei sopravvissuti, non ci fermiamo” ha raccontato il Vigile del Fuoco alessandrino a Radio Gold “mi guardo intorno e sembra un film, ma purtroppo è tutto vero. I miei colleghi hanno parlato di inferno e hanno ragione, è proprio così”.

I Vigili del Fuoco di Alessandria sono al lavoro sulla sponda destra del Polcevera, sotto il pilone sinistro del ponte Morandi, quello rimasto ancora in piedi: “Vicino a noi c’è un mercatino dell’usato che per fortuna oggi era chiuso” ha continuato Briante “Il ponte è crollato in gran parte sul corso d’acqua e nella zona industriale. Stiamo collaborando in modo sinergico con tutti i soccorritori arrivati qui: usiamo micro camere per controllare sotto le macerie e ci avvaliamo dell’aiuto delle unità cinofile”.

Le ricerche andranno avanti per diversi giorni: “Da Alessandria arriveranno altri colleghi per darci il cambio ma per ora continuiamo a oltranza, in un silenzio irreale”.