SERRAVALLE SCRIVIA – Sebbene gli incidenti stradali siano in aumento da anni a Serravalle non si registrano più situazioni gravi. Il dato emerge in occasione del bilancio annuale stilato dalla Polizia Municipale. Tra i dati più significativi l’aumento degli automobilisti fuggiti dopo un sinistro. Gli autori, otto in tutto, però, sono stati individuati. Il dato, confrontato con quello dell’anno precedente, “purtroppo fa emergere un preoccupante incremento del fenomeno (+ 400%) e deve far riflettere per ciò che attiene alla evidente inefficacia della legge 41/2016 che sta producendo effetti certamente distanti da quelli voluti dal Legislatore.”

Anche nel 2018 sono continuati i controlli sulla velocità, nell’ambito del progetto “Noisicuri “, e l’operazione denominata “ Target Zero “ ha permesso di accertare che solo il 7,00 % dei veicoli controllati transita a velocità irregolare nel centro abitato in ore diurne. Questa attenzione alla sicurezza proseguirà anche nel corso del 2019, per far sì che non cali l’attenzione verso un problema – quello della velocità delle auto in centro abitato – segnalato un po’ da tutte le componenti sociali.

Nello scorso anno è continuata poi l’opera di contrasto all’incivile condotta della sosta abusiva in spazi destinati alle persone con disabilità, attività che sarà intensificata anche nel corrente anno per garantire la massima attenzione possibile nei confronti di persone con invalidità. Vista però la difficoltà nel rimuovere sempre i veicoli in sosta irregolare in tali spazi, la Polizia municipale farà ricorso sempre più spesso anche all’utilizzo delle ganasce.

Sul fronte della sicurezza urbana e secondo le direttive impartite dall’Amministrazione, in accordo con la Questura di Alessandria, il Comando Compagnia Carabinieri ed il Comando Compagnia della Guardia di Finanza, l’attività di monitoraggio e di prevenzione ha portato ad una lieve ma costante e significativa riduzione dei fenomeni di illegalità. Sono infatti in calo tanto le denunce ricevute che i reati complessivamente accertati, frutto della maggior attività di intelligence posta in campo anche grazie ai controlli e di identificazioni delle persone stanziali ed in transito sul territorio.

Non si può non rilevare che i lavori per la realizzazione del Terzo Valico Appenninico hanno fatto registrare anche nel 2018 un consistente numero di transiti di veicoli eccezionali impegnati nelle attività di trasporto di macchinari e materiale con conseguente incremento delle attività di controllo sulla strada. Per continuare a garantire la sicurezza stradale proseguiranno i progetti per contrastare l’uso dei telefoni alla guida. Verrà mantenuta alta l’attenzione sul controllo delle dichiarazioni di ospitalità in merito alle politiche di sicurezza, senza trascurare gli ormai ordinari e tradizionali obiettivi della polizia locale.