Unità mobile computer Città di Valenza

VALENZA – Presto, ai bambini della scuola Primaria di Civitella del Tronto, in Abruzzo, realtà colpita dal terremoto, sarà consegnata un’unità mobile completa di 14 computer. La struttura è il regalo di Valenza acquistato grazie all’indennità di un mese del sindaco Gianluca Barbero, e al contributo di assessori e consiglieri comunali oltre ad altre attività benefiche (come lo spettacolo teatrale ‘Notte Magica’).

Sono stati raccolti cinquemila euro investiti subito in dotazioni utili per i ragazzi, utilizzando il canale di solidarietà aperto a suo tempo dal dirigente scolastico Maurizio Carandini dell’Istituto comprensivo “Valenza A”, che aveva fornito i primi aiuti in denaro, materiale didattico e una lavagna interattiva LIM. La scuola è precisamente quella di Favale, frazione di Civitella del Tronto.

Il moderno carrello-box, che al suo interno contiene i portatili, verrà chiamato “Unità mobile computer Città di Valenza” e presenta soluzioni innovative per la ricarica (quando vengono riposti, le batterie si alimentano automaticamente) e permetterà di spostare i PC all’interno del plesso, realizzando temporaneamente una piccola aula computer in ogni classe.

“Si tratta di un segno visibile e concreto di solidarietà, un gesto diretto, che ha prodotto subito un risultato perché anche nelle più sfortunate zone del nostro Paese come la piccola realtà di Favale, anche la scuola possa continuare a svolgere le proprie attività per i bambini; per questo ringrazio i colleghi che hanno contribuito alla raccolta di denaro, alla compagnia teatrale, che ha dimostrato grande sensibilità e al Preside che ha iniziato questa “adozione” da parte della comunità valenzana” ha affermato il primo cittadino Gianluca Barbero.

Teatro per gioco …e per solidarietà
“Mi ricordo una notte magica” è il titolo della commedia di maggior successo della compagnia teatrale che vede come mattatore Gianluca Pivetti e che ha preso il nome proprio da questo spettacolo. Gli attori amatoriali di “Notte Magica” si sono sempre dimostrati molto generosi: ogni loro esibizione prevede di regalare una parte dell’incasso finalizzandola a progetti concreti. Quattrocento euro dei cinquemila regalati dalla comunità valenzana alla scuola Primaria di Civitella del Tronto, provengono dalla vendita dei biglietti dello spettacolo di Pivetti e dei suoi amici, ma non è tutto. La stessa compagnia, in collaborazione con “Ikeatrando, l’altro laboratorio di teatro della città, nell’ambito della rassegna “Teatro per gioco”, aveva raccolto fondi con lo spettacolo “A summa d’Valensa” destinandoli ad un gioco a terra installato nei giardini di via Camurati, nell’ambito del progetto di riordino delle aree pubbliche per i bambini, avviato dal Comune. La compagnia ha accantonato altri 1200 euro che saranno destinati per i nuovi giochi da installare prossimamente nei giardini Moro. Data la grande popolarità ottenuta con lo spettacolo che aveva registrato il “tutto esaurito”,gli attori avevano programmato una replica che ha fruttato cinquecento euro offerti alla Consulta Comunale del Volontariato per organizzare le proprie attività. La serata amatoriale “Teatro per gioco” voluta dall’assessorato alla Cultura di Costanza Zavanone, verrà riproposta anche quest’anno: la seconda edizione è prevista per il mese di aprile.

Suma di Valensa