adv-470

AGGIORNAMENTO ORE 23.50: Il sindaco del Comune di Spigno Monferrato comunica la chiusura del guado sul torrente Valla subito dopo Squaneto. Inoltre il sindaco del Comune di Pareto comunica la chiusura del guado sul Torrente Valla avvenuto poco prima delle 23.

AGGIORNAMENTO ORE 21.15: Grazie ad un repentino intervento di emergenza congiunto, tra Città di Casale Monferrato e Provincia di Alessandria, la strada provinciale 31, nel tratto che attraversa la frazione San Germano, è stata riaperta al traffico. Si potrà procedere, almeno fino a mercoledì mattina, in senso unico alternato.

AGGIORNAMENTO ORE 19.30: La Provincia di Alessandria informa che a causa di uno cedimento del manto stradale sulla SP 31, a San Germano, all’altezza della chiesa parrocchiale, la strada è stata parzialmente interrotta. Sarà permesso il passaggio a senso unico in direzione Alessandria (seguendo le deviazioni indicate), mentre chi dovrà raggiungere Casale Monferrato lo potrà fare o attraverso Cascine Rossi (ma attenzione ai limiti di carico), ovvero tramite A26.

adv-487

AGGIORNAMENTO ORE 18.50: la strada provinciale 30 tra Acqui e Alessandria è stata riaperta al traffico, chiusa invece a causa di una frana nel Comune di Morbello la strada provinciale 205 tra Molare e Visone.

La Protezione Civile ha anche segnalato uno smottamento sulla strada provinciale 139 Cassano Spinola-Carezzano, in località Torre Sterpi.

AGGIORNAMENTO ORE 18.30: la strada provinciale 93 tra Pontecurone e Castelnuovo Scrivia è stata riaperta al traffico mentre è stata chiusa per frana la sp 157 tra Pasturana e Basaluzzo, nel Comune di Pasturana.

adv-616

A Predosa la strada provinciale 185 tra il Comune e lo stabilimento Saiwa è aperta ma allagata a tratti.

AGGIORNAMENTO ORE 18: a Solero il Comune ha informato che il livello delle acque sta calando. Il tratto finale di via Mazzini, tra via XX settembre e via 4 marzo rimarrà chiuso fino alle 21. A causa di un guasto dell’illuminazione pubblica è consigliabile la massima attenzione. Il luogo è presidiato dal personale della Protezione civile e del Comune.

AGGIORNAMENTO ORE 17.45: ad Acqui Terme è stata interrotta a causa della caduta di alcuni alberi la strada comunale di Monte Stregone, dopo l’abitato di frazione Lussito. Sul posto è già presente il personale della Protezione Civile per rimuovere i rami che ostruiscono il passaggio,

AGGIORNAMENTO ORE 17.25: ad Acqui Terme è stata interrotta a causa di una frana la strada comunale Acqui-Grognardo, dopo l’abitato di frazione Ovrano. Lo ha comunicato la Protezione Civile.

AGGIORNAMENTO ORE 17: la Protezione Civile ha comunicato la chiusura di diverse strade: la strada provinciale 60 tra Valenza e la frazione Villabella e Giarole, la strada provinciale 93 a Castelnuovo per l’esondazione del rio Calvenza e la strada 242 al km 1 in direzione Bergamasco al km 4 in direzione Oviglio. Riaperta, invece, la strada della Maggiora ad Acqui.

AGGIORNAMENTO ORE 16.55: a San Michele è esondato il rio Maddalena. Il Comune di Alessandria ha anche fatto sapere che, sempre nella stessa frazione, il rio Loreto è in progressivo innalzamento ed è costantemente monitorato.
Su disposizione della Polizia Municipale è stata evacuata la scuola materna di San Michele. Alcuni alunni i cui genitori non sono stati rintracciati, sono stati condotti al Comando dei Vigili Urbani di via Lanza.
A Cabanette, invece, si è allagata la strada in prossimità del ristorante Olmo. A Spinetta Marengo il rio Lovassina sta lentamente defluendo. Persistono difficoltà viabili in via Quartieruzzi.

AGGIORNAMENTO ORE 15.40: la situazione a San Michele, frazione di Alessandria. Per precauzione sono stati fatti uscire i bambini dalla scuola di via Remotti, in vista di una eventuale esondazione del Rio Loreto.

AGGIORNAMENTO ORE 14.47 – Come segnalato dalla Protezione Civile della Provincia, in questi minuti il tratto della Sp186 tra la Sp30 e Sezzadio è chiuso al traffico per un autocarro finito fuoristrada.

Foto del nostro ascoltatore Stefano, che ringraziamo.

Una frana sta invece bloccando la strada provinciale 141 tra Bavantore e Malvino, nel comune di Sardigliano.

AGGIORNAMENTO ORE 13.20: Ad Alessandria l’amministrazione ha fatto sapere che sono iniziati gli spurghi in via Marengo, poi si proseguirà con quelli sugli spalti in zona Ospedale per risolvere il problema delle caditoie intasate che impediscono all’acqua di defluire.

AGGIORNAMENTO ORE 12.20: il Comune di Alessandria ha fatto sapere di aver chiuso strada Bolla, all’altezza del sottopasso della Stortigliona.

AGGIORNAMENTO ORE 12: la Protezione Civile segnala il restringimento di carreggiata sulla strada provinciale 232 tra Acqui e Castel Rocchero, grosse buche sulla strada provinciale 10 a San Giuliano Vecchio, transito difficoltoso.

AGGIORNAMENTO ORE 11.40: spalto Marengo ad Alessandria, nel video realizzato dalla nostra redazione.

AGGIORNAMENTO ORE 11.50: allagato il tratto di strada tra Strevi e Caranzano. La strada non è più praticabile e occorre passare da Rivalta Bormida e Castelnuovo Bormida. Come segnalato dalla Protezione Civile, inoltre, a Silvano d’Orba le frane in frazione Bacchetti stanno isolando la zona, abitata da 65 persone. Si sta procedendo a creare un percorso alternativo per non isolare la frazione.

Allagato il tratto della strada provinciale 77 tra Felizzano e il cavalcavia dell’autostrada, località Oasi. Non è più praticabile la strada provinciale 181 tra Castellazzo Bormida e Casal Cermelli.

A Solero, poi, il Comune segnala criticità su strada Sgarotte e via Ghislieri. Sempre a Solero sono stati chiusi al traffico i sottopassi di Orti Piepiani e Orti Sivario.

AGGIORNAMENTO ORE 11.37 – Allagata anche la strada che da Quargnento porta verso Alessandria. Di seguito la diretta Facebook di RadioGold delle 11.21.


AGGIORNAMENTO ORE 11.27 – Come comunicato dal Comune di Alessandria, sta per essere chiuso il tratto di via Genova a Spinetta Marengo da via Frugarolo a via Levata per evitare che il transito dei veicoli crei allagamenti alle proprietà private ai lati della strada.

AGGIORNAMENTO ORE 11.05 – Proseguono le segnalazioni di allagamenti lungo le strade dell’Alessandrino. In base all’ultimo aggiornamento sulla pagina Facebook della Protezione Civile della Provincia di Alessandria è allagato il tratto della Sp50 tra Quargnento e Alessandria. Una grossa buca sulla Sp10 all’altezza di Solero sta creando ulteriori disagi al traffico. Chiusa, poi, la Sp75 Castelletto/Quargnento all’altezza di Giardinetto.

AGGIORMENTO ORE 10.50 – La diretta Facebook di RadioGold sulla situazione a Spinetta Marengo alle 10.40.


AGGIORNAMENTO ORE 10.40 – Ancora disagi lungo le strade dell’Alessandrino per il maltempo. Come segnalato sulla pagina Facebook della Protezione Civile della Provincia di Alessandria , nel territorio di Pecetto di Valenza è chiusa, per ordinanza del sindaco, la strada comunale Molina (Pecetto bassa).

A Bassignana è chiusa la strada comunale per Montecastello, via Fiondi.

È chiusa la SP 30 in località Carenzano-Cassine, il primo tratto dal km 0 a 7 della Sp192 e la Sp184 dal 1 al Km 5.  Allagamenti sono poi segnalati lungo la Sp83 nel comune di Sale. 

AGGIORNAMENTO ORE 10.14 – La Protezione Civile di Alessandria sta continuando il monitoraggio del territorio insieme al settore Lavori Pubblici e alla Polizia Municipale del Comune di Alessandria. Attualmente sono chiuse le seguenti strade:

Spinetta Marengo: via Quartieruzzi, via Levata
Litta Parodi: via Frugarolo
Valmadonna: via Fontanette
Castelceriolo: strada Grilla
Cabanette: strada Rosta

Sono allagate invece a Spinetta Marengo: via Genova, via Frugarolo, piazzale della scuola Alfieri, via sant’Audina, via Mazzini; a Castelceriolo: via San Giuliano Nuovo; a Valle San Bartolomeo: via dei Preti.

Il livello del fiume Bormida, seppur in crescita, è ampiamente sotto il livello di guardia. Per altri aggiornamenti sulle strade potete vedere foto, video e news qui.

AGGIORNAMENTO ORE 09.48 – Nessun problema per i corsi d’acqua al momento ma molti allagamenti segnalati in tutta la provincia. la pioggia incessante sta stressando il territorio e soprattutto le strade. Questa mattina i Vigili del Fuoco sono intervenuti a Bosco Marengo per un’auto in panne nel sottopasso, per fortuna senza feriti. A Spinetta molte vie della frazione risultano allagate e impraticabili. Stesso discorso a Castelceriolo, sempre per l’acqua che non è riuscita a defluire nelle fognature. La provinciale 199 risulta chiusa per frana tra Rocca Grimalda e Carpeneto. Sulla A26 Genova-Gravellona Toce straripamenti per pioggia dalle 4 di questa mattina tra lo svincolo di Ovada e lo svincolo di Masone. Lungo la provinciale 181 tra Castellazzo Bormida e Casalcermelli il sottopassaggio risulta chiuso. L’invito è di usare l’auto meno possibile per evitare rischi inutili. Le piogge saranno intense fino a questa notte per poi concedere una tregua domani.

AGGIORNAMENTO ORE 6.20 – Continua a imperversare l’ondata di precipitazioni in tutta la provincia. Come rileva la Protezione Civile di Alessandria a partire dalle prime piogge (e fino alle 5 di questa mattina) sono caduti 40-55 millimetri tra Gavi, Bosio e Ovada e l’area appenninica vicina. Tra i 15 e i 30 i millimetri invece le precipitazioni tra alessandrino, in pianura, e basso Monferrato. I livelli dei corsi d’acqua sono in costante crescita ma “non si avvicinano alla soglia di attenzione“. Non si registrano situazioni critiche al momento ma occorre prestare massima attenzione negli spostamenti anche per l’imperversare della perturbazione che porterà precipitazioni forti nelle prossime ore. Intanto scuole chiuse in molti Comuni della provincia. Aperte invece ad Alessandria con la rabbia dell’assessore alla Protezione Civile, Paolo Borasio, per l’ennesima fake news che ha confuso le idee.

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Il bollettino Arpa di lunedì sera ha confermato la criticità dei fenomeni temporaleschi che, nella notte tra lunedì e martedì si abbatteranno su una parte della provincia di Alessandria. “Il fenomeno di importante intensità non è ancora cominciato” ha sottolineato a Radio Gold il direttore di Arpa Alessandria Alberto Maffiottisi svilupperà nella notte e martedì mattina”. (Foto: Photo by Erik Witsoe on Unsplash)

Attenzionate soprattutto le aree appenniniche e collinari dell’Alto Monferrato Ovadese, novese, acquese e delle valli Curone, Grue, Ossona, Borbera e Spinti.

“Prevista anche la neve ma a una quota relativamente alta, oltre i 450 metri” ha aggiunto Maffiotti “nella zona degli Appennini e a ovest di Ovada, nella val Curone”.

Sempre nelle stesse zone interessate dalle piogge, Arpa ha anche ipotizzato l’arrivo di vento forte da nord, un valore medio di 20/25 chilometri all’ora ma con raffiche che potrebbero raggiungere anche i 70 chilometri all’ora. “Questo comporterà la possibile caduta di rami degli alberi sulle strade”.

Per questo, proprio a partire da stanotte, si raccomanda alla popolazione delle aree interessate dal maltempo di evitare di uscire di casa se non in casi di estrema necessità. Massima attenzione ai sottopassi stradali e pedonali.

“Le piogge abbondanti che cadranno su terreni già intrisi d’acqua potrebbero comportare colate di fango o frane nei luoghi già alluvionati lo scorso 21 ottobre, e nelle aree limitrofe” ha concluso il direttore Maffiotti “sono previsti problemi ai piccoli rii, non nei grandi corsi d’acqua per il momento ma su questo occorrerà aggiornare la situazione a martedì, quando avremo verificato la quantità d’acqua caduta”.

Nella riunione di lunedì sera, in Prefettura ad Alessandria, è stata disposta l’apertura dei Centri Operativi Misti dalla mezzanotte di Alessandria, Acqui Tenne, Arquata Scrivia, Bosio, Castellazzo Bomiida, Cassine, Castelnuovo Scrivia, Novi Ligure, Ovada, Tortona. Mentre i Centri Operativi Misti di Felizzano, Piovera e Valenza sono stati attivati per il monitoraggio del territorio. Sono stati potenziati i presidi delle strutture operative dello Stato in quelle aree già pesantemente colpite dagli eventi franosi e alluvionali di queste ultime settimane.

I Sindaci di queste zone sono stati invitati a un attento monitoraggio del territorio e ad attuare tutte le precauzioni prescritte nel loro piano di protezione civile.