protopapa confagricoltura
adv-164

ALESSANDRIA – Anche nel 2020 i danni degli ungulati restano uno dei problemi primari per le coltivazioni del nostro territorio. Se n’è parlato anche in occasione dell’ultima assemblea di zona di Confagricoltura, ad Alessandria. Su questo tema l’assessore regionale, Marco Protopapa, ha sottolineato il mancato accordo col Ministero dell’Ambiente, contrario alla modifica dell’articolo 19 della legge 157 sul controllo della fauna selvatica. A questo proposito, il membro della Giunta Cirio ha auspicato l’intervento della Conferenza Stato Regioni.

Davanti alla platea di imprenditori agricoli, all’hotel I due buoi rossi di Alessandria, il presidente della Confagricoltura provinciale Luca Brondelli di Brondello, ha anche approfondito l’aspetto delle domande agro climatico ambientali del Programma di Sviluppo Rurale, oltre ai pagamenti di Arpea, che quest’anno sono arrivati puntuali anche grazie all’intervento dell’Assessorato regionale.

adv-974

Infine, Brondelli si è focalizzato sul centenario di Confagricoltura, che ricorre quest’anno e che ha visto il primo dei numerosi avvenimenti programmati celebrarsi proprio in questi giorni, tra venerdì 31 gennaio e sabato 1° febbraio a Roma a Villa Blanc, alla presenza di numerose autorità: “Le parole chiave scelte per identificare questo evento sono identità e futuro. Parafrasando quanto detto circa 50 anni fa da Luigi Einaudi, è necessario guardare al futuro, perché gli imprenditori agricoli sono costretti sempre ad innovare”.

“Per avere aziende competitive sono necessari progetti sostenibili e attrezzature all’avanguardia ha aggiunto l’assessore Protopapa “In questo credo sia necessario un supporto da parte delle istituzioni. I nostri prodotti agricoli sono sempre più apprezzati nel mondo perché rappresentano delle eccellenze. Sono convinto che l’enogastronomia debba avere un ruolo primario per valorizzare la fatica giornaliera di voi agricoltori”.

Protopapa ha poi incentivato ad attuare sinergie, come quelle messe in essere con la Regione Lombardia per la commercializzazione del riso, contrastando i dazi imposti dalle grandi economie.

“Attuando una programmazione differente, spostando le risorse da una misura all’altra, riusciremo a utilizzare meglio i fondi rimanenti” ha affermato l’Assessore a riguardo della chiusura del settennio del Piano di Sviluppo Rurale.

Infine, Protopapa, confermando che rimarrà in carica fino alla fine del suo mandato, ha accennato alla recente iniziativa regionale messa in atto per fermare la diffusione della cimice asiatica, così come i provvedimenti presi da Palazzo Lascaris per la pulizia degli alvei dei fiumi.

Il consesso è proseguito con gli interventi del direttore di Confagricoltura Cristina Bagnasco, che ha invitato a guardare sempre in avanti, e del presidente di Agriturist Franco Priarone, che ha esortato a condividere esperienze e conoscenza.

Sono seguite le relazioni dei capi servizio di Confagricoltura Alessandria Roberto Giorgi (economico), Marco Visca (tecnico) e Marco Ottone (fiscale) e del direttore del Consorzio di Difesa dalle avversità atmosferiche di Alessandria, Marco Castelli.

Il dibattito conclusivo ha visto Luigi Ricaldone e Giuseppe Alferano approfondire alcune questioni fiscali.