Formaiano a Sciaudone: “Telecamere installate per la sicurezza e il consigliere ne era al corrente da mesi”
adv-484

ALESSANDRIA – L’attacco di Maurizio Sciaudone, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, sull’installazione delle telecamere al Cristo, davanti alla scuola Zanzi, per sanzionare chi passa col rosso, ha colto di sorpresa l’assessore Monica Formaiano, esponente dello stesso partito del consigliere di maggioranza. Sciaudone contesta l’installazione avvenuta, a suo dire, senza aver provveduto prima a una adeguata sistemazione viaria della zona. Accuse ritenute però infondate e ingiuste dall’assessore. Secondo l’esponente della giunta infatti “la decisione di montare le apparecchiature sono il frutto di una decisione di tutta la giunta e comunque era stata inserita a suo tempo nel dup, documento unico di programmazione, votato anche da Sciaudone“. Per questo “se il consigliere non era d’accordo avrebbe dovuto dirlo a suo tempo perché già nelle varie discussioni, anche in commissione, era stato affrontato il tema“.

Anche sulla collocazione Monica Formaiano puntualizza che la “decisione di collocare le telecamere in quel punto del Cristo è ascrivibile ai tecnici che hanno reputato corretto installare davanti alla Zanzi le apparecchiature“. Ogni polemica quindi è sterile, conclude l’assessore, che ha infine ricordato come le multe “scattino solo se si passa col rosso, quindi i cittadini che rispettano le regole non avranno nulla di cui preoccuparsi. Questi strumenti sono unicamente funzionali alla sicurezza di tutti“.

adv-737