ALESSANDRIA – Quasi un milione di euro di utile nel 2018 ma qualche problema di ritardo negli incassi e un parco mezzi con un’età media superiore ai 12 anni e quindi da sostituire. Questa la situazione di Amag Ambiente, la società del Gruppo Amag addetta alla raccolta rifiuti di Alessandria, emersa martedì nel corso del sopralluogo della Commissione Sviluppo del Territorio.