TORTONA – Erano stati protagonisti di numerosi assalti alle colonnine per il pagamento self service dei distributori Q8 delle province di Pavia, Torino, Cuneo, Modena e anche Alessandria ma grazie alle indagini dei Carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando provinciale di Alessandria, supportati dal personale della Tenenza e dalle Compagnie di Tortona e Novi Ligure, tre cittadini rumeni tra i 25 e i 33 anni, senza fissa dimora, sono stati sottoposti a fermo di indicato di delitto in quanto ritenuti autori dei furti commessi tra giugno e agosto 2020. Ora si trovano reclusi nel carcere di Rimini. 

Le indagini erano partite il 25 luglio a Serravalle dopo il ritrovamento in via Cassano 50 di un Doblò dei Vigili del Fuoco, rubato dalla Caserma di Piacenza da cui era stata portata via anche una pala meccanica utilizzata per assaltare il vicino distributore. Il lavoro dei militari ha permesso di accertare 9 assalti alle stazioni di servizio per un bottino stimato di circa 150mila euro insieme al furto di 10 mezzi da lavoro e 2 auto. Gli indagati dovranno rispondere anche di un furto commesso ai danni di un negozio di tabacchi e a un altro di generi alimentari. I Carabinieri stanno proseguendo le indagini per accertare l’eventuale responsabilità di altre persone e la destinazione del denaro sottratto. L’operazione ha permesso infine di individuare anche la sede operativa dei malfattori, un’abitazione a Morciano di Romagna dove erano custoditi 12 mila euro, nascosti in un’aspirapolvere, una somma probabile frutto dei reati compiuti.

adv-856