CASALE – Un progetto di riqualificazione ambientale durato più di 20 anni per garantire alla collettività un vero e proprio angolo di paradiso verde. A realizzarlo è stato il Gruppo Allara, azienda leader nel settore estrattivo (con 120 dipendenti e un fatturato di 25 milioni di euro), in Località Baraccone sul fiume Po, vicino a Casale Monferrato, in collaborazione col Parco del Po. Nel 2023 ben 90 ettari di verde saranno di nuovo fruibili, con tante iniziative in cantiere, sia dal punto di vista didattico/culturale che turistico. A margine dell’area, inoltre, passerà la ciclovia Ven-To, la Venezia-Torino, un’altra preziosa opportunità per attrarre appassionati e visitatori.

“La dimostrazione che impresa e ambiente possono andare a braccetto” ha sottolineato il sindaco di Casale Federico Riboldi. A Casale il Gruppo Allara ha anche contribuito in modo decisivo per la realizzazione del Parco Eternot, la rimozione dell’isola di ghiaia di fronte al Quartiere Oltreponte e l’arretramento dell’argine del Po all’altezza della Cascina Consolata, oltre che alla realizzazione della centrale idroelettrica “Idro Baveno”. Su Radio Gold Tv le interviste a Giuseppe Balbo, titolare del Gruppo, e a Dario Zocco, direttore del Parco del Po dal 1983 al 2021.

adv-781