CASCINAGROSSA – Un campo da calcio, uno da bocce e uno da basket. Senza dimenticare il bar interno con cucina, le sale ricreative e gli spogliatoi con tanto di docce. Il tutto in completo stato di abbandono. È la triste storia del Centro Sportivo Comunale di Cascinagrossa, la cui targa sbiadita reca ancora laconica la scritta “illuminazione realizzata con contributo Cassa di Risparmio di Alessandria, Anno 1989“.

Poi una lunga parabola discendente sino ai giorni nostri dove la struttura risulta abbandonata tra erbacce e immondizia. Ma ancor di più maltrattata da atti vandalici ripetuti nel tempo. Graffiti sui muri, porte divelte e arredi distrutti sono la cornice del Centro Sportivo Comunale sottratto di fatto sottratto al paese di Cascinagrossa e alle comunità limitrofe. “È una realtà che il Comune di Alessandria conosce molto bene e che si è mossa sin da subito per provare a risolvere“, ha detto a RadioGold l’assessore allo Sport Pier Vittorio Ciccaglioni.

Quando il vecchio gestore se ne è andato lasciando anche un debito da saldare il Comune è prontamente intervenuto per cercare chi avesse voglia di investire in una struttura bella e importante come quello di Cascinagrossa“, ha aggiunto l’assessore. Che poi ha anche precisato come “nessuno si è presentato con offerte per rilevare il Centro Sportivo“. Ciccaglioni ha anche spiegato che il Comune offre la “gestione a titolo gratuito, utenze escluse, ed è disposta ad allungarne la titolarità anche sino a 20 o 30 anni per chi fa investimenti in uno spazio che era un tempo fulcro per una intera comunità“. E sugli atti vandalici l’assessore non può che “condannare le azioni di idioti notturni e diurni che non hanno niente di meglio da fare che distruggere una risorsa di tutti“.

adv-800